Talete, avanti con i “sigilli” ai contatori: proteste per i disagi in tutta la Tuscia

Oltre all'operazione "contatori" Talete è contestata per il mal servizio da alcuni paesi come Ronciglione e la frazione di Zepponami.

468
acqua

Continua l’operazione “sigillo ai contatori” da parte di Talete che nelle ultime ore ha riscontrato proteste da parte dei Comuni e dei rispettivi abitanti. La società idrica aveva rilasciato la scorsa settimana che pur di recuperare credito avrebbe “attaccato” i “morosi” staccando a loro i contatori portando alcuni consiglieri comunali della provincia di Viterbo a chiedere l’intervento del prefetto Giovanni Bruno e bloccare questa operazione o, meglio, creare un tavolo di incontro con la società.

“La campagna di recupero crediti è doverosa sia per le finanze societarie e per il rispetto agli utenti che hanno sempre pagato puntualmente” – dichiara Alessandro Fraschetti, direttore generale della società.

Oltre all’operazione “contatori” Talete è contestata per il mal servizio da alcuni paesi come Ronciglione e la frazione di Zepponami – Montefiascone – per la mancanza di acqua da diversi giorni e per il colore “marrognolo” che esce dai rubinetti delle abitazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui