Questa mattina nella sede della Provincia in via Saffi si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell'accordo siglato tra le tre realtà

Talete, Unitus e Sapienza insieme per lo scambio di competenze e la collaborazione sul territorio

138

Talete Spa, Università degli Studi della Studi e Università “La Sapienza” di Roma insieme per promuovere lo scambio di competenze e la collaborazione sul territorio.

Questa mattina nella sede della Provincia in via Saffi si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’accordo siglato tra le tre realtà.

Sono intervenuti i sindaci del territorio ATO 1 Lazio Nord, il presidente della Provincia Pietro Nocchi, l’amministratore unico di Talete SpA Salvatore Genova, il professor Roberto Guercio in rappresentanza dell’Università di Roma “La Sapienza”, il Rettore Stefano Ubertini e il direttore generale Alessandra Moscatelli per l’Università della Tuscia, e il Dirigente della Sto dell’ATO 1 Lazio Nord VT ing. Giancarlo Daniele.

“Questa giornata rappresenta il punto di arrivo del percorso fatto finora – ha spiegato Nocchi – Oggi siamo qui per un altro step importante che va nella direzione di dare ulteriore sviluppo alla possibilità per i giovani di svolgere esperienze concrete”.

La direttrice generale dell’Unitus Moscatelli ha chiarito che “la convenzione ha due finalità. Una è rivolta a garantire l’accrescimento delle competenze e delle conoscenze del personale dipendente Talete, l’altra punta a creare collaborazioni, sia in ambito di ricerca che per favorire l’ingresso dei nostri laureati presso questa società. La Talete ha la possibilità anche di stipulare convenzioni attuative con i singoli dipartimenti e ricorrere agli studenti e laureati per attirare forme di tirocinio. La sinergia è importante e rientra in quella che è la ‘terza missione’ dell’Università: dopo la didattica e la ricerca, il rapporto con il territorio.

“Questo rappresenta un bell’esempio di collaborazione tra enti pubblici ed istituzioni – ha dichiarato il Rettore dell’Unitus Ubertini – e penso sia un dovere farlo in un momento come questo in cui occorre far ripartire il Paese”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui