Tamponi processati a Viterbo? Belcolle non è tra gli ospedali autorizzati

Nonostante la Asl abbia dichiarato che l'analisi si può fare in loco, l'ospedale viterbese non figura nell'elenco della Regione.

295

Finalmente i tamponi saranno processati anche a Belcolle!

E’ di due giorni fa la notizia diramata dalla Asl che, con una delibera annuncia: “deciso l’acquisto da una ditta specializzata di mille kit di estrazione e determinazione virale e analisi molecolare del Covid-19, al fine di attivare la determinazione in house’.

Nella stessa delibera si richiede che i kit siano ”compatibili con la strumentazione già in uso presso il laboratorio di genetica medica del P.O di Belcolle…”

Un’ottima notizia che farebbe ben sperare riguardo una maggiore celerità nell’individuazione di eventuali casi positivi.

Il condizionale, in questo caso però è d’obbligo ed è legato all’analisi dettagliata del protocollo di rete attivato dalla Regione Lazio.

Nello specifico, nel documento che istituisce la Rete Laboratori per la Diagnosi dell’Infezione da SARS-COV-2, datao 6 marzo, tra le strutture  accreditate Viterbo non compare.

Questo è l’elenco dei poli ospedalieri presenti:

Policlinico Universitario Umberto I

Policlinico Gemelli

Policlinico Universitario Tor Vergata

Azienda ospedaliera Sant’Andrea

Policlinico Universitario Campus Bio Medico

Ospedale S.Maria Goretti di Latina.

Nessuna traccia, insomma, di Viterbo e di Belcolle.

Si tratterà di una semplice dimenticanza?

Su un atto ufficiale sarebbe una circostanza alquanto grave dalle quale potrebbero derivare non poche conseguenze.

La prima? In caso di processo del tampone il risultato non sarebbe validato poiché il Laboratorio di Genetica Medica di Viterbo non é individuato tra quelli autorizzati dalla Regione.

Il che stona non poco con i toni trionfalistici usati dalla Asl per dare il tanto atteso annuncio dei tamponi finalmente processati in casa!

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui