Tante, troppe auto in centro!

Occorrono interventi importanti per rendere il centro di Viterbo più adatto al turismo

170
rhdr

Nelle più importanti mete turistiche d’Italia (ma anche in certe di fama non-nazionale), soprattutto nei borghi medievali/rinascimentali, è davvero difficile trovare una situazione tanto fastidiosa come quella che si trovano ormai costretti a vivere continuamente i viterbesi. Per i turisti, poi, non è certo un bel biglietto da visita entrare in un centro storico come quello viterbese e trovare (in una delle piazze principali come quella del Plebiscito) un gregge di macchine parcheggiate indisturbatamente, mentre altrettante circolano nei pressi dei principali locali per mangiare e bere.

Dalla settimana appena trascorsa, con l’inizio del secondo mese estivo, entrano in vigore le ZTL che tutti noi conosciamo, con l’obiettivo di lasciare, perlomeno ai locali del quartiere più antico, un minimo di pace e tranquillità dai motori.

La domanda che sorge spontanea, però, a questo punto è una: basteranno queste poche vie a traffico limitato per rendere il centro della nostra città appetibile nel miglior modo al turismo? La risposta appare scontata. Probabilmente, questa restrizione sul traffico dovrebbe essere allargata quasi fino all’intera cinta muraria, e allora e solo allora, con i cambiamenti opportuni nell’organizzazione infrastrutturale, si potrebbe parlare di un vero salto di qualità.

Auto che transitano a due passi mentre si mangia al tavolo e altre (troppe, davvero!) parcheggiate nelle piazze centrali come quella del Plebiscito o quella delle Erbe: una situazione inaccettabile, al quale il Comune dovrebbe immediatamente rimediare, sì attraverso grandi operazioni di lunga durata, ma anche nella breve invitando chi di dovere a far rispettare le regole basilari del codice stradale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui