Tarquinia, minacciava la compagna con un coltello. Trentottenne in manette per maltrattamenti

Ricevuta la segnalazione, la polizia è intervenuta sul posto, constatando anche precedenti atti di violenza e minacce con armi da taglio nei confronti della donna da parte dell'uomo

124

Prima discute con il fratello della convivente, poi torna a casa da lei e semina scompiglio nell’appartamento.

E’ quanto successo nel tardo pomeriggio di giovedì 16 gennaio a Tarquinia. Un uomo di 38 anni ha avviato una violenta lite con il fratello della compagna, entrambi italiani, che si erano già fronteggiati poco prima in strada ove era stata coinvolta anche la donna.

Le forze di polizia intervenute presso il locale pubblico dove si è svolto l’accaduto sono riuscite a sedare la rissa. Il trentottenne, però, subito dopo decide di recarsi presso l’abitazione della convivente e, dopo aver sfondato la morta, ha iniziato a mettere o soqquadra l’appartamento.

Ricevuta la segnalazione, la polizia è intervenuta sul posto, constatando anche precedenti atti di violenza e minacce con armi da taglio nei confronti della donna da parte dell’uomo.

Dopo gli accertamenti investigativi, quindi, su disposizione dell’autorità giudiziaria l’uomo è stato tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e associato alla casa circondariale di Civitavecchia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui