Tarquinia, nuovo bando per la piscina comunale

Verso una soluzione la vicenda dell’impianto rimasto senza gestore Il commissario prefettizio pronto a riaprire la struttura il 25 marzo.

204
piscina

Buone notizie per la piscina comunale: tra poco più di venti giorni riapriranno i cancelli. Dopo l’ennesimo brutto  epilogo dei giorni scorsi che vedeva scartata la Blue Water di Terni per la gestione dell’impianto comunale di Tarquinia, ieri è arrivata la conferma alla notizia di un possibile epilogo positivo in tempi brevi dell’intera vicenda. Ad illustrare la soluzione è stato lo stesso commissario prefettizio Giuseppe Ranieri che ha preso a cuore l’ormai nota vicenda della struttura chiusa dal 31 gennaio. Il commissario giovedì ha incontrato una delegazione composta da quattro ex dipendenti e dai genitori degli allievi del nuoto agonistico, della pallanuoto e del sincro ed ha annunciato che il 25 marzo l’impianto riaprirà e sarà di nuovo completamente in funzione.  Come si ricorderà, la Arvalia nuoto di Roma e la Blue Water di Terni che avevano partecipato al primo bando di assegnazione della piscina, dopo la rinuncia all’appalto da parte del precedente gestore (circolo Casetta Bianca di Roma), sono state estromesse dalla commissione giudicante del Comune per delle irregolarità inignorabili nella loro documentazione. Dopo attente valutazioni l’ente proprietario, il Comune di Tarquinia, si è trovato di fronte a due strade possibili: emettere un nuovo bando,  oppure concedere una proroga, opzione, quest’ultima, subito esclusa.
Il Comune ha pertanto deciso di preparare ed emettere a tempo di record un nuovo bando, che sarà on line dalla prossima settimana. Nel frattempo, le due società già partecipanti hanno provveduto a regolarizzare la loro documentazione. Stando a quanto affermato dal commissario nel corso della riunione, la piscina sarebbe peraltro già stata resa funzionante, con la messa a punto delle ultime opere. Sarà ora nominata una nuova commissione per l’assegnazione del nuovo bando e le offerte per la piscina saranno valutate “ad horam”, vale a dire quasi nell’immediatezza della loro presentazione, proprio per garantire l’immediata riapertura della piscina.  Il commissario ha infatti deciso di adottare una procedura d’urgenza per permettere la riapertura dell’impianto sportivo con tempi il più rapidi possibili ed ha inoltre richiesto alla delegazione presente una documentazione contenente precise richieste da prendere in visione ed eventualmente attuare.  A questo punto l’auspicio degli addetti e dei tanti tarquiniesi è che la nuova gestione possa riaprire immediatamente la piscina, sebbene a stagione sportiva ormai quasi terminata, permettendo così ai cittadini di poter usufruire della tanto agognata piscina.

Fonte: La Provincia di Civitavecchia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui