Tarquinia, rintracciato dalla polizia l’autore di un raid incendiario

Il danno provocato dall'incendio doloso ammonta a cifre che si aggirano intorno ai 1.200.000€

187
polizia

Aveva dato fuoco a un capannone e a 7 autotreni carichi di cereali. Scovato dopo sei anni il colpevole.

Il danno provocato dall’incendio doloso ammonta a cifre che si aggirano intorno ai 1.200.000€. Le indagini, partite dopo la denuncia nel 2014, si basarono inizialmente sul rinvenimento di alcune tracce parziali. Trovato il Dna, le forze dell’ordine non furono in grado però di associarlo ad un profilo, arrivando così al blocco dell’inchiesta.

Nel 2019, invece, in relazione alle rilevanti scoperte portate avanti grazie all’operazione Erostrato, l’imprenditore vittima dell’incendio doloso è stato in grado di riconoscere uno dei sospetti incendiari.

Dopo ulteriori accertamenti, di fatto, la traccia di Dna precedentemente trovata risulterà combaciare con quella del soggetto riconosciuto dall’imprenditore, un cittadino romeno di 36 anni.

Grazie a quanto risultato l’uomo è ora stato denunciato per per il reato di incendio doloso, aggravato per averlo eseguito su impianti industriali e per aver cagionato alla vittima un danno patrimoniale di rilevante entità.

Già detenuto per altri reati, ora sul trentaseienne penderà anche il reato attinente all’incendio doloso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui