Tentata estorsione, sette persone in carcere tra Capua e Civitavecchia

Ciascuno degli indagati avrebbe avuto specifici compiti, costituendo un'associazione perdelinquere finalizzata al contrabbando di tabacchi lavorati esteri operante tra Napoli e Capua.

220

Sette persone sono state raggiunte questa mattina, a Capua e presso il carcere di
Civitavecchia, da un’ordinanza di custodia cautelare eseguita dai carabinieri della stazione di santa Maria Capua Vetere emessa dal Gip del Tribunale di Napoli su
richiesta della Dda partenopea. Le sette persone coinvolte sono indagate, a vario titolo, dei reati di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso in concorso ed associazione per delinquere finalizzata al contrabbando di tabacchi lavorati esteri. Il provvedimento cautelare giunge a seguito di un’attivita’ investigativa coordinata dalla Dda
e condotta dal reparto dell’Arma di Santa Maria Capua Vetere che si e’ svolta tra l’ottobre 2018 e marzo 2019.

Ciascuno degli indagati avrebbe avuto specifici compiti, costituendo un’associazione per
delinquere finalizzata al contrabbando di tabacchi lavorati esteri operante tra Napoli e Capua. Le indagini hanno inoltre accertato che tra il 12 febbraio ed il 5 marzo e’
stato realizzato il contrabbando di circa 95,600 kg. di sigarette, per un totale di 478 stecche.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui