Tentata rapina finita male, arrestato il presunto omicida di una novantenne

Rintracciato nella giornata di oggi, durante la perquisizione della sua abitazione le forze dell'ordine hanno rinvenuto indumenti con tracce ematiche, parte dei quali nella lavatrice, pronti ad essere lavati

600

Sembrerebbe corrispondere a quella di Sergio Malaj l’identità dell’assassino di Diva Compagnucci.

La donna, 90enne, è stata ritrovata senza vita nella serata di ieri, all’interno del suo appartamento. A dare l’allarme le figlie che, non riuscendo a mettersi in contatto con lei, hanno deciso di rivolgersi alle forze dell’ordine.

Omicidio Tolfa
Sergio Malaj, presunto omicida di Diva Compagnucci

Confermate, sembrerebbero, le ipotesi di un furto finito male, culminato con un’aggressione che è costata la vita alla donna, ritrovata con il volto tumefatto e in una pozza di sangue.

Sergio Malaj, 24 enne figlio della badante della donna, sarebbe stato visto, nelle ore precedenti all’omicidio, entrare nell’abitazione dell’anziana. Rintracciato nella giornata di oggi, durante la perquisizione della sua abitazione le forze dell’ordine hanno rinvenuto indumenti con tracce ematiche, parte dei quali nella lavatrice, pronti ad essere lavati.

Raccolto un sufficiente numero di prove, la procura di Civitavecchia ha disposto il fermo del giovane, che è stato poi portato in carcere.

Tutte le prove sembrerebbero portare, quindi, al giovane 24enne. Tutta Tolfa, ora, è in attesa di ulteriori sviluppi su un caso che scioccato e rammaricato l’intera comunità.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui