Terme Carletti chiuse e “sequestrate” dalla Polizia Municipale

699

Tanto tuonò che piovve. E così è accaduto alle Terme Carletti. Dopo l’ordinanza del sindaco, che dichiarava chiuse tutte le attività di termalismo, compreso il Bullicame e le Terme Carletti, qualcuno ha fatto finta di non aver capito.

Mentre per il Bullicame, che è tutto recintato, è stato sufficiente chiudere il cancello di ingresso. Anche se dobbiamo precisare che il Parco del Bullicame, anche se è aperto, non permette la balneazione per mancanza di acqua.

Questo dal 25 novembre del 2014, quando la Gestervit ha bucato la sorgente S. Valentino, avocando alle Terme Salus, tutta l’acqua del Bullicame, e rendendo impossibile la balneazione nelle vasche senza acqua calda.

Per le Terme Carletti si pensava che sarebbe stata sufficiente l’ordinanza sindacale, ma non è stato così. Infatti, per tutta la giornata successiva, più persone sono andate a bagnarsi nelle vasche di quel sito termale.

Allora sono dovuti intervenire i vigili della Polizia Municipale, che hanno recintato il terreno con un nastro bicolore ben visibile.

Adesso il parco è vuoto e nessuno va a bagnarsi, anche se le vasche sono belle, pulite e invitanti.

Però bisogna saper attendere, prima dobbiamo battere il nemico numero uno: il Corona Virus!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui