Terme Carletti invitanti e pulite. Il vicesindaco Contardo ha mantenuto gli impegni

I cestini della spazzatura erano tutti svuotati, e si respirava un’aria libera e cristallina, come solo Viterbo e pochi altri luoghi in Italia, possono offrire

692

Ieri mattina con quel sole e quella temperatura che sembravano respingere l’idea, che l’autunno stesse bussando alle porte, sono andato a fare una passeggiata alle Terme Carletti, su Strada Terme, dove il termalismo è gratuito, così come lo è sempre stato per i nostri padri. Devo dire che c’era molta gente. Alcuni a bagno nelle vasche a ridosso della sorgente, e altri che stavano beatamente a prendere il sole. I cestini della spazzatura erano tutti svuotati, e si respirava un’aria libera e cristallina, come solo Viterbo e pochi altri luoghi in Italia, possono offrire. Abbiamo notato due cartelli nuovi di zecca.

Nel primo c’è il nome del luogo, la sua altezza sul livello del mare e il nome della sorgente di acqua termale, che lo ricordiamo a chi ancora non lo sapesse, è la sorgente secondaria del Bullicame. Adesso che il Bullicame è in coma è quella che è ancora viva. Nel secondo cartello invece c’è una raccomandazione a non sporcare il luogo e a mantenere tutto nelle migliori condizioni. Appello che noi riteniamo utile in modo che nessuno possa pensare che lì “è tutto permesso”. Sono solo due cartelli, che si aggiungono ai cestini dell’immondizia svuotati e che ci dicono che qualcosa nel termalismo locale sta cambiando.

Questo da quando l’incarico di assessore al termalismo è stato affidato a Enrico Contardo. Un bel segnale che ci piace. Ora speriamo che presto si arrivi anche alla soluzione del S. Valentino, anche se gli ultimi avvenimenti di Viterbo, ci fanno pensare che i tempi forse si allungheranno ancora. Vedremo, ma conoscendo Viterbo e la sua gente, la nostra sensazione è questa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui