Terme dei Papi, centinaia di persone hanno invaso la “zona calda” del viterbese!

1044
terme dei papi

“Chiare, CALDE, dolci acque” potrebbero dire, modificando i versi tratti dal Canzoniere di Petrarca, i tantissimi ospiti che hanno affollato le Terme dei Papi nelle giornate di Natale, Santo Stefano e del 27 dicembre.

Entrambi i parcheggi pieni fin dalle prime ore del mattino; file per entrare alla meravigliosa piscina monumentale di oltre 2000 mq, alimentata esclusivamente con acqua termale della sorgente Bullicame e fare un bagno tonificante e prezioso per la cura della pelle. Nelle giornate d’inverno, stare immersi nelle preziose acque delle terme è veramente piacevole.
Così centinaia di persone hanno deciso di dedicare a se stesse delle giornate di relax e cura, godendosi il tiepido sole di dicembre.

Gruppi di viterbesi, turisti stranieri e italiani, famiglie con bambini, giovani e anziani affollavano la piscina. Una coppia proveniente dalle Marche ha detto: ” È il secondo anno che veniamo a trascorrere il Natale e il Capodanno qui alle terme dei Papi e siamo molto soddisfatti dei servizi e dell’attenzione verso gli ospiti”.

Nonostante l’affollamento, in effetti, tutto, all’interno delle terme, è perfettamente organizzato: finiti gli armadietti, ci sono gli appendiabiti numerati; il personale è attento e disponibile alle esigenze di ognuno; tutto è pulito e sistemato. Molti, oltre al piacevole bagno, approfittano per fare pacchetti di benessere e la grotta naturale, che rappresenta un trattamento unico nel suo genere: un bagno turco naturale dove cascatelle di acqua sorgiva, alla temperatura di 58°C, riscaldano e saturano l’ambiente di vapori benefici.

“Salus per aquam” si diceva in latino che significa “salute per mezzo dell’acqua”. Nessun detto è stato mai così azzeccato!
Vi si riferisce comunemente come suo acronimo il termine, d’origine anglosassone, di spa intesa come stazione termale o in generale azienda che opera per il benessere, il relax e la cura del corpo.

In generale, il termalismo nel Lazio ed in tutte le regioni dominate dall’Impero Romano, ha origini antichissime: furono infatti prima gli Etruschi e poi i Romani a scoprire le straordinarie proprietà benefiche e curative delle acque termali e a creare i primi “bagni pubblici”, luoghi di incontro e fulcro della vita sociale e politica.

Le Terme dei Papi sono le più antiche della città di Viterbo, devono il loro nome alla figura di Papa Niccolò V, il Pontefice infatti amava a tal punto queste terme e le loro proprietà curative che nel 1450 commissionò la costruzione di un palazzo, per potervi soggiornare in qualsiasi momento volesse, questo edificio prese il nome di “Bagno del Papa”.

Le acque delle Terme dei Papi di Viterbo sono di origine vulcanica.
Sono incredibilmente ricche di proprietà benefiche e risultano efficaci nel trattamento di problemi dermatologici, otorinolaringoiatrici, reumatologi, ginecologici, gastroenterologici e circolatori.

Attenzione però hanno un effetto collaterale: una volta provate, non si può far a meno di ritornare!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui