Riceviamo e pubblichiamo

Terra, in tutto il mondo viene celebrata la giornata mondiale del pianeta. Auguri alla nostra “mamma”

Oggi lunedì 22 aprile 2019, Pasquetta, si festeggia la quarantanovesima Giornata della Terra (in inglese Earth Day), la più grande manifestazione ambientale del pianeta: un appuntamento che invita a riflettere e ad agire per affrontare seriamente temi e problematiche fondamentali. 

349

Oggi si è celebrata in tutto il mondo la “Giornata della Terra”, e ringraziamo la nostra lettrice Anna Maria Stefanini per averci mandato questo suo comunicato che riceviamo e pubblichiamo con piacere:

“Oggi lunedì 22 aprile 2019, Pasquetta, si festeggia la quarantanovesima Giornata della Terra (in inglese Earth Day), la più grande manifestazione ambientale del pianeta: un appuntamento che invita a riflettere e ad agire per affrontare seriamente temi e problematiche fondamentali.  In 49 anni, la Giornata della Terra ha contribuito in modo determinante allo svolgimento di molte iniziative ambientali in tutto il mondo.
COME NASCE LA GIORNATA DELLA TERRA

I primi semi della Giornata della Terra vengono gettati nel corso degli anni Sessanta, negli Stati Uniti, grazie all’ attivista per la pace John McConnell e al senatore Gaylord Nelson (appoggiato dall’allora presidente John Fitzgerald Kennedy).

Il 28 gennaio 1969, la fuoriuscita di petrolio da un pozzo della Union Oil, al largo delle coste Santa Barbara (USA), causò la morte di oltre diecimila fra uccelli, delfini, foche e leoni marini. Sull’onda del disastro ambientale, gli attivisti statunitensi si coalizzarono  per lanciare quella che diventerà la Giornata della Terra, celebrata a partire dal 1970.

In realtà, in questi anni, abbiamo registrato una governance molto debole dello sviluppo sostenibile e il fiorire di diatribe, nella società civile e tra addetti ai lavori, spesso superflue rispetto alle portata visionaria dei documenti.Nel 2000 i leader della terra fissarono, in un’ Assemblea Generale, otto Millennium Development Goal, con precisi target e scadenze, con un approccio essenzialmente di natura sociale, rivolto ai Paesi più poveri. Nel corso degli anni, sono stati riconosciuti importanti progressi, in particolare nella riduzione della povertà estrema, dimezzata secondo gli obiettivi e anche, parzialmente, nell’accesso all’istruzione e alla salute.

LE INIZIATIVE SIMBOLICHE

Tradizione vuole che ogni 22 aprile si piantino alberi o semi nei luoghi in cui è possibile farlo, perchè ognuno di noi potrebbe impegnarsi per difendere la nostra casa, il pianeta Terra:

-utilizzare lampadine a basso consumo;

-seguire le indicazioni per la raccolta differenziata;

-usare mezzi pubblici, biciclette o andare a piedi sostituendo a volte l’uso dell’automobile;

-non sprecare l’acqua e non sporcare l’ambiente;

-scegliere elettrodomestici di categoria A;

-non eccedere nell’uso di aria condizionata e riscaldamento.

Le iniziative in programma in Italia per la Giornata Mondiale della Terra sono diverse, a cominciare da quelle che andranno in scena a Roma tra il 22 e il 29 di questo mese. Lunedì sarà la volta del Concerto per la Terra, che verrà ospitato all’interno della cornice del Villaggio per la Terra, allestito anche quest’anno tra la Terrazza del Pincio e il Galoppatoio di Villa Borghese.

Nelson Mandela diceva :“A volte accade ad una generazione di essere grande“. Speriamo che ognuno di noi, insieme ai Governi, si assuma la responsabilità di lasciare ai figli un mondo migliore.

Pensiamoci soprattutto oggi, in questa Pasquetta che cade in una giornata speciale e un po’ uggiosa, mentre ci accingiamo a organizzare gite e scampagnate”.

                                                                                             Anna Maria Stefanini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui