Terrazza Guglielmi: dimenticate le persone a ridotta mobilità

È amareggiata il presidente del tavolo tecnico per la cultura dell'agibilità, Elena De Paolis, all'indomani della notizia della riqualificazione della Terrazza Guglielmi. 

231
terrazza

Da “La Provincia – Quotidiano di Civitavecchia, Santa Marinella, Fiumicino e dell’Etruria”.

“Dopo le nostre osservazioni, i consigli e le indicazioni nonché le rassicurazioni da parte dell’amministrazione volte alle soluzioni per la fruizione della terrazza Guglielmi da parte di tutti i cittadini, il progetto è stato validato e messo a gara senza alcuna attenzione alle barriere architettoniche: praticamente nulla è cambiato”. È amareggiata il presidente del tavolo tecnico per la cultura dell’agibilità, Elena De Paolis, all’indomani della notizia della riqualificazione della Terrazza Guglielmi.

“Oggi, come lo scorso anno – ha spiegato De Paolis – vengono fatte promesse di soluzioni da parte dell’assessore, promesse che, ricordiamo tutti, sono state fino ad ora disattese. Oltre a tutte le leggi e le norme più e più volte indicate è il caso di chiarire che trattandosi di discriminazione – citiamo anche la legge 1 marzo 2006, n. 67 recante “Misure per la tutela giudiziaria delle persone con disabilità vittime di discriminazioni”. Ricordiamo ancora la normativa dell’Unione Europea del 2014 contro le discriminazioni fondate sulla razza o l’origine etnica, la religione o le convinzioni personali, la disabilità, l’età o l’orientamento sessuale è ormai recepita nel diritto nazionale di tutti gli Stati membri. Insomma aggiungiamo anche questa vergogna – ha concluso – sperando che l’amministrazione comunale, in futuro, abbia una maggior sensibilità alla ottemperanza delle leggi e soprattutto mantenga le promesse”.

Fonte: La Provincia di Civitavecchia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui