Terremoto Amatrice, Palombini: la mia posizione sul Grifoni non è cambiata

333

Secondo quanto riportato da Il Messaggero riguardo l’ospedale Grifoni di Amatrice dove si evince una certa apertura da parte del sindaco per la delocalizzazione sulla Salaria, Filippo Palombini attraverso la pagina Facebook del Comune di Amatrice ha tenuto così a ribadire : ” Leggo sull’edizione on line del Messaggero edizione di Rieti un articolo dal titolo “Il nuovo Grifoni sulla Salaria: ad Amatrice prime aperture del sindaco Filippo Palombini”.
A chiarimento della mia posizione, già espressa con il precedente post di dicembre e ribadita nel mio intervento nell’incontro di ieri organizzato dal Comitato civico 3e36, ho sempre affermato che il riconoscimento del Grifoni quale ‘ospedale di zona disagiata’, è l’unica condizione che gli permetteva e gli permetterà in futuro di sopravvivere alla dura legge dei ‘numeri’ ed è legata ai criteri dettati dal cd. ‘Decreto Balduzzi’, status poi riconosciuto nei decreti regionali.
A maggior chiarimento, ieri ho confermato che la ricostruzione dell’ospedale sul sito originario corrisponde alle necessità della popolazione di avere l’ospedale il prima possibile, avendo – lì dove era -tutte le coperture normative necessarie per avere lo status di ‘ospedale di zona disagiata’. Tale mia posizione non è cambiata.
Ieri ho semplicemente risposto a domanda ‘se ci fosse una legge speciale che parimenti salvaguardasse il presidio sulla Salaria e che desse le medesime garanzie, come annunciato dal Consigliere regionale Maselli, sarebbe disposto a rivedere le sue posizioni?’, e ho dichiarato che qualora ciò accadesse sarei disposto a rivedere la mia posizione ma chiederei alla volontà popolare di esprimersi, in considerazione degli inevitabili allungamenti dei tempi previsti per la ricostruzione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui