Test antigenici rapidi, validità riconosciuta dal Ministero della Salute

127

E’ stata firmata da Gianni Rezza la circolare che riconosce la validità dei test antigenici rapidi di ultima generazione nella definizione di caso Covid-19.

Sarà previsto l’obbligo di tracciabilità di tutti i test: “Gli esiti dei test antigenici rapidi o dei test RT-PCR, anche se effettuati da laboratori, strutture e professionisti privati accreditati dalle Regioni – si legge – devono essere inseriti nel sistema informativo regionale di riferimento”. La circolare si raccomanda che il ricorso a test antigenici rapidi avvenga avendo requisiti minimi di performance, sensibilità e di specificità.

Questi test antigenici sembrano essere sovrapponibili ai test molecolari, e sono quindi un’alternativa alla RT-PCR, che rimane comunque il metodo preferibile.

L’uso di test antigenici rapidi “può essere raccomandato per testare le persone, indipendentemente dai sintomi, quando si attende una percentuale di positività elevata per esempio che approssimi o superi il 10%.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui