TikTok e i suoi pericoli: la storia della piccola Antonella

241

Si chiamava Antonella, aveva solo 10 anni e voleva essere la regina, la star di TikTok.
Allegra, generosa ma troppo attiva sui social, tanto da rimanerne forse vittima.
Si ipotizza che la piccola palermitana sia morta dopo una “sfida di soffocamento” su Tik Tok.
Naturalmente sono un corso indagini e sono da verificare le cause che hanno spinto Antonella a chiedere una cintura e a chiudersi in  bagno, dove è stata trovata soffocata.
I genitori le avevano regalato il cellulare per il suo compleanno e Antonella, che prima usava quello della madre, aveva decine di profili Instagram, Facebook e TikTok, ballava e cantava, scaricava tutorial per truccarsi o per sistemare i capelli.

Avrebbe voluto fare l’estetista in futuro. Pubblicava i suoi video su TikTok e – dice Angelo Sicomero , padre di Antonella –  era anche una bambina ubbidiente e brava. Il padre aggiunge anche:“ Penso che forse in quei 5 minuti mia figlia non è stata più lei”.

Sulla vicenda sta indagando la polizia per accertare se il gesto sia stato davvero ispirato da un video sul web. La procura della Repubblica ha aperto un fascicolo e si è attivata anche quella dei minori: viene ipotizzato il reato di istigazione al suicidio.

Intanto il Garante per la protezione dei dati personali ha disposto il blocco immediato per TikTok “dell’uso dei dati degli utenti per i quali non sia stata accertata con sicurezza l’età anagrafica”. Il divieto “durerà per il momento fino al 15 febbraio, data entro la quale il Garante si è riservato ulteriori valutazioni”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui