Tolfa per due giorni fa da palco al Festival dell’Improvvisazione

Tolfama torna con l'ottava edizione sabato e domanica prossimi nelle principali strade del centro storico

450
L'assessore Dionisi (al centro) con gli organizzatori di Tolfama

Tutto pronto a Tolfa per l’ottava edizione del Festival dell’Improvvisazione che animerà il paese collinare tra venerdì e sabato. La bellezza suggestiva delle vie, delle strade, delle piazze e dei vicoli della città di Tolfa hanno permesso di rendere Tolfama uno dei più importanti Festival specializzati nel Site Specific Theatre, percorsi didattici (Workshop) che culminano in performance improvvisate pensate per essere eseguite sfruttando i luoghi più suggestivi e di interesse architettonico/archeologico del paese, appositamente studiati e selezionati dai docenti internazionali. Gli scorci più belli di Tolfa faranno da scenario per i 15 spettacoli del Tolfama Festival , che si terranno tra venerdì 5 e sabato 6 luglio a partire dalle 18, nelle vie e nelle piazze del centro storico di Tolfa. Novità assoluta di questa edizione, oltre allo spettacolo di Mentalismo “Psyche” di uno dei più famosi illusionisti della mente, Max Vellucci, la collaborazione con il Circuito Storico Santa Marinella, Associazione che metterà a disposizione alcune bellissime auto d’epoca dove gli attori improvvisatori, vestiti anni ’50, si esibiranno per dare vita a storie, situazioni e personaggi completamente improvvisati. Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito. “Siamo molto contenti delle premesse, il nostro è un festival di nicchia ma c’è già il sold out con la presenza di 150 improvvisatori che arrivano da tutta Italia e parte d’Europa – spiegano gli organizzatori di Vicolo Cechov – sarà una bella sfida artistica, da rappresentare in giro per il paese, in luoghi anche non convenzionali”. Quest’anno ci sarà anche la performance dell’associazione del Circuito Storico di Santa Marinella, con l’esposizione di macchine d’epoca, ad esempio la Lancia modello del “Il sorpasso”, celebre film con Vittorio Gassman e gli improvvisatori si cimenteranno in performances anche all’interno delle macchine stesse. “Non vediamo l’ora che inizi questo festival – afferma l’assessore alla cultura Cristiano Dionisi – ben 150 attori vivranno la realtà tolfetana. Ci saranno anche delle lezioni di improvvisazioni agli allievi, i quali poi si riverseranno sulla strada per mettere in pratica gli insegnamenti. Il fattore aggregante e sociale quindi sarà centrale. E poi la nostra tradizione è forte sulla poesia a braccio, questo è soltanto un upgrade”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui