TORNANO GLI APPUNTAMENTI DI “PROGETTO ITALIA” IL NETWORK DI EVA LACERTOSA ALL’INSEGNA DELLA BELLEZZA E DELL’IMPEGNO SOLIDALE

182

È possibile coniugare arte, spettacolo, bellezza e convivialità con l’impegno solidale? La risposta è sì ma a una condizione e questa condizione è la qualità.
La qualità è il solo ingrediente in grado di conferire valore agli eventi fondati sull’interazione fra la bellezza e la solidarietà ma, sfortunatamente, si tratta di un ingrediente di non facile reperibilità e per dispensarla occorre sapere dove andarla a cercare.


Eva Lacertosa ha sviluppato una propria personale strategia e questo già basta a fare di lei una portatrice sana di qualità.
La strategia di Eva Lacertosa è in realtà semplice: fare la rabdomante della qualità pedinandola nelle pieghe di quell’entità astratta che chiamiamo “territorio”.


Eva conosce molto bene la geografia della qualità dell’area romana e in questa geografia ha convocato musicisti, creativi, artisti, poeti, professionisti, esperti etc. in un modo non molto diverso da come, nell’Ottocento, le nobildonne europee costituivano i grandi salotti letterari, culla di tanti giovani talenti emergenti.

“Progetto Italia” è il brand di Eva Lacertosa, lo spazio-tempo dove far incontrare la domanda con l’offerta di qualità e il 3 aprile è stato il primo incontro post-pandemico, organizzato da Eva in joint venture con “Tota Pulchra”, l’associazione culturale ispirata e presieduta da Monsignor Jean-Marie Gervais.

Eva Lacertosa e Monsignor Jean-Marie Gervais

Questo l’editing della qualità predisposto per l’occasione da Eva Lacertosa presso la location di Villa Lacertosa, sulla via romana del Fontanile Anagnino:
– concerto di archi ideato e composto dal M° Tonin Xhanxhaphili
-Sfilata di alta moda dello stilista José Lombardi (rinviata per cause meteorologiche);
– momento tango col M° Antimo Puca
– spazio sanità con il chirurgo generale e oncologo Roberto Verzaro
– Danza orientale, con la M^ Shalimar Nur
– “Non toccate i bambini”, con l’Ing Francesco Terrone
– spazio Amore, con l’Avv Roberto Croce, che alle scienze giuridiche associa l’attività di poeta, scrittore e musicista;
– Arte al top, col M° Simone Gabriele e molto altro.
Nel corso dell’evento, molto gradito da tutti gli ospiti presenti, la giornalista e poetessa Anna Maria Stefanini ha presentato il libro “La libertà di amare” dell’avvocato Roberto Croce.

Anna Maria Stefanini e l’avvocato Roberto Croce

Al termine cena conviviale con l’editing dei sapori curato dallo Chef Alfonsino Bevente e danze.


Foto di Mario Giannini

Shalimar Nur

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui