L’affluenza di turisti a Civita di Bagnoregio è un segnale di speranza

E' bene apprezzare i piccoli "assaggi" di normalità che ci vengono concessi, per mantenere lucida la mente e viva la speranza

343

No, sappiamo benissimo che ancora non è il momento per parlare di normalità, ne siamo indubbiamente lontanissimi. Vale tuttavia la pena, quando ancora ben poco ci è concesso, apprezzare quegli “assaggi” di vita normale e rifletterci su. Quanto è bello vedere la Nostra (con la N maiuscola perché è di tutti Noi della Tuscia) Civita di nuovo piena. Quanto è confortante ri-scoprire il turismo che gira, la nostra terra che ri-emerge e la gioia di scoprire luoghi della nostra specie!

Il meritevole sindaco del paese, Luca Profili, sa bene tutto questo. E infatti scrive:

Che bello vedere di nuovo tanti turisti per le vie del nostro paese. Ossigeno per le nostre attività commerciali, è ora di tornare a vedere sorrisi sui volti delle persone. Guardiamo al futuro con ottimismo!

E’ vero, è bello anche pensare che chi ha sofferto economicamente questa situazione, possa trarre quanti più vantaggi possibili da una ri-apertura che potrebbe farsi ancora più decisa nelle prossime settimane (si è accennato alla possibilità per i locali di ristorazione di tornare ad aprire di sera).

Civita è e deve essere l’esempio perfetto di una ripartenza meritata, di un futuro da scrivere nel miglior modo possibile con le fondamenta di un passato che, in fondo non è neanche così lontano.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui