Tragliatella, in 2500 scendono in strada per dire no alla discarica: “Scelta scellerata”

Gabriele Caropreso, portavoce oriolese di Fratelli d'Italia: "Ci saremmo aspettati una presa di posizione forte e netta di condanna e opposizione anche da parte dell'amministrazione comunale di Oriolo Romano, cosa che purtroppo non è avvenuta"

282

Circa 2500 persone hanno partecipato nella mattinata di sabato 28 Dicembre al primo corteo organizzato contro l’ipotesi di realizzazione della discarica di Roma nell’area di Tragliatella, territorio a pochi chilometri da Oriolo Romano e dalla provincia di Viterbo. Alla manifestazione organizzata dalla cittadinanza di zona attraverso il comitato “No discarica a Tragliatella”, ha partecipato anche una delegazione di Fratelli d’Italia Oriolo Romano, che fin da subito si è schierata a fianco della cittadinanza contro l’ipotesi di realizzazione del sito.

Il corteo, a cui hanno partecipato cittadini ed associazioni provenienti da Cerveteri, Anguillara, Fiumicino, Bracciano, Manziana, ovvero anche dai comuni e territori confinanti al luogo ipotizzato per la realizzazione del sito, ha percorso Via di Tragliatella e Via Braccianese per arrivare ad Osteria Nuova. Presenti tra gli altri vari Sindaci e amministratori di Cerveteri, Fiumicino, Anguillara, Bracciano, Trevignano, Ladispoli, Manziana. “Spiace constatare che non sono stati presenti amministratori o rappresentanti dell’ attuale amministrazione di Oriolo Romano” -afferma Gabriele Caropreso, portavoce oriolese di Fratelli d’Italia- “Noi siamo assolutamente contrari a questa scelta scellerata e al di là degli schieramenti politici ci saremmo aspettati una presa di posizione forte e netta di condanna e opposizione anche da parte dell’amministrazione comunale di Oriolo Romano, cosa che purtroppo non è avvenuta e che quindi ci fa pensare che forse nel nostro paese c’è chi é concorde alla scelta di Raggi e Zingaretti di realizzare a pochi chilometri dal nostro territorio comunale la discarica più grande d’Europa.”

Attraverso una nota il circolo territoriale di FDI afferma inoltre: “Non capiamo come sia possibile solo pensare di realizzare una discarica in quella zona. Ci sono due insediamenti urbani a poche centinaia di metri, inoltre a meno di un chilometro dalla cava c’è una scuola materna. La viabilità che andrebbe interessata dal transito dei camion, alla luce di quelle che sono le strade attuali non sopporterebbe il flusso di veicoli, per non parlare degli aspetti salutari che tutto ciò comporterebbe. Come forza politica continueremo a lottare al fianco della cittadinanza contro l’ipotesi di realizzazione della discarica, usando tutti i mezzi consentiti dalla legge.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui