Transmission Plus, il braccialetto anti-covid venduto a 700 euro

Centinaia di segnalazioni, anche dalla Tuscia, hanno determinato l'intervento sia dell'Agcom che dell'Antitrust

518

Un bracciale Anticovid dalle proprietà miracolose al costo di quasi 700 euro.

Il provvidenziale dispositivo, in grado di aumentare difese immunitarie e capacità respiratorie semplicemente portandolo al polso, è comparso, a livello nazionale, nelle bacheche di moltissimi utenti che, in buona fede ed in preda alla psicosi, magari lo ha anche acquistati.

Sul sito dell’azienda, il braccialetto anticovid dal nome “Transmission Plus” , veniva descritto come “parafarmaco efficace” sulla base di presunte dichiarazioni di “medici impegnati a combattere il Coronavirus”.

Composto da un “biomagnete al silicio”, oltre a proteggere dal Covid si fregiava di possedere proprietà anti elettrosmog e di riequilibrare i “15 principali apparati e sistemi umani”.

Centinaia le segnalazioni, arrivate anche dalla Tuscia, all’ Agcom, l’ Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, che ha immediatamente avviato un procedimento istruttorio nei confronti dell’impresa produttrice, la Geolam.info.

Anche il Codacons è intervenuto nella vicenda: «Decine di cittadini ci hanno segnalato il sito di questa azienda che metteva in vendita un kit di prodotti spacciati come anti virus che andavano dal braccialetto vero e proprio in vendita al prezzo di 649 euro, fino a placchette, ciondoli e card multifunzione personali e per ambienti – ha spiegato l’ avvocato dell’ associazione Angelo Cardarella –  Dispositivi che, se acquistati in blocco, potevano arrivare ad un cifra vicina ai 4 mila euro».

Secondo Codacons «i prodotti sarebbero stati in grado di contrastare non solo il Covid-19, ma anche altri batteri e virus grazie a dispositivi capaci di migliorare il processo respiratorio rafforzando nel contempo anche il sistema immunitario».

In seguito alle numerose segnalazioni l’Antitrust ha provvidenzialmente bloccato il commercio di questi falsi prodotti benefici, mentre l’Agcom,  ritenendo la pubblicità di braccialetti e ciondoli anti virus «particolarmente ingannevole e aggressiva, in spregio ai diritti ai consumatori, che possono essere sensibilmente influenzati nella loro capacità decisionale e indebitamente indotti all’ acquisto dei dispositivi anche alla luce dell’ attuale emergenza sanitaria» ha ordinato «di rimuovere qualsiasi riferimento all’ efficacia preventiva e curativa nei confronti del Covid-19 di questi prodotti».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui