L'interrogazione all'assessore Salcini in Consiglio comunale: "Con la riapertura delle scuole ci sono gli ingressi scaglionati e alcune linee hanno partenze solo alle 7 di mattina e poi alle 11"

Trasporto scolastico, Chiatti (Viterbo 2020): “Istituire coordinamento con i dirigenti sulle linee”

113

Trasporto scolastico, “serve istituire un coordinamento con i dirigenti e stabilire delle nuove corse”. La richiesta è arrivata ieri durante la seduta ordinaria di Consiglio comunale dalla consigliera Letizia Chiatti (Viterbo 2020), che ha presentato la questione all’assessore Ludovica Salcini (Mobilità).

“Con la riapertura delle scuole ci sono gli ingressi scaglionati e alcune linee hanno partenze solo alle 7 di mattina e poi alle 11 – ha spiegato la Chiatti – e per esempio delle classi del Buratti entrano alle 9.50. Sarebbe il caso di coordinare le linee, almeno per l’immediato”.

Sullo stesso tema è intervenuta anche la consigliera Luisa Ciambella (Pd), che pochi giorni fa aveva denunciato la situazione degli studenti del quartiere Pilastro, con le famiglie residenti che avevano firmato una petizione per chiedere di ripristinare la corsa delle 7.10 con partenza da Riello.

In seguito alla segnalazione della Ciambella l’assessore Salcini si è immediatamente mobilitata per modificare l’orario della corsa. “Un intervento che dimostra disponibilità da parte dell’assessore, in controtendenza rispetto all’amministrazione, a partire dal sindaco – ha detto la consigliera – anche se tardivo. Comunque oggi abbiamo fatto un passo in avanti, che riconosco”. A creare problemi, dopo quella del mattino, al momento sarebbe la corsa pomeridiana. “Dopo l’esperienza passata i genitori hanno paura”, ha aggiunto la Ciambella.

In riferimento a quanto esposto da Letizia Chiatti, l’assessore Salcini ha spiegato: “Non abbiamo avuto contatti con le scuole prima dell’apertura quindi le problematiche stanno uscendo fuori di giorno in giorno. Con Francigena stiamo cercando di valutare le soluzioni migliori. Certo è che il servizio individuale non è possibile farlo, al di là della ridotta flotta di pullman”.

L’assessore ha anche aggiunto che – riguardo alla situazione dei ragazzi del Buratti – “si stanno valutando nuove linee per rendere il servizio anche agli studenti delle superiori”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui