Tre giovani Alfieri della Repubblica per Viterbo

477
alfieri della repubblica

VITERBO – Il presidente della repubblica Sergio Mattarella nella mattina del 13 marzo ha consegnato, presso il Quirinale, gli attestati d’onore di “Alfiere della Repubblica” a 29 giovani che si sono adoperati, attraverso azioni coraggiose e solidali, per il bene della propria collettività. I ragazzi, di età compresa tra gli undici e i diciannove anni, rappresentano per il nostro Paese modelli positivi di cittadinanza e mostrano come i giovani d’oggi siano attivi con immenso entusiasmo nel sociale e siano disponibili a fornire un sostegno a chi si trova in una situazione di maggiore difficoltà. Tra i 29 premiati emergono anche i nomi di tre ragazzi appartenenti alla provincia di Viterbo. Si tratta di Andrea Ciarrocchi, Lucia Ferrante e Chiara Bordi.  Il Presidente Mattarella ha efficientemente spiegato le azioni che hanno differenziato i ventinove ragazzi e che gli hanno dato la possibilità di ricevere questo nobile titolo.

Andrea Ciarrocchi, nato il 17/03/2004, residente a Civita Castellana (Viterbo) – E’ stato il  primo partecipante al progetto “mini pioniere Cri 8-13”, organizzato dalla Croce Rossa italiana al fine di  formare bambini e giovani alle attività socio-assistenziali. Si è distinto per le sue capacità e la sua coinvolgente partecipazione. Oggi è a pieno titolo un volontario della Croce Rossa Italiana, appartenente nello specifico al Comitato Locale di Civita Castellana. Si è contraddistinto inoltre  nel saper sensibilizzare un gruppo di ragazzi sulla prevenzione del bullismo e sulla gravità dei comportamenti discriminatori.

Lucia Ferrante,nata il  26/08/2000, residente a Viterbo – Si è distinta partecipando  al progetto sulla legalità, nel settembre 2018 presso la città di Corleone. Tutte le mattinate lavorava con altri studenti nei campi confiscati alla mafia e nel pomeriggio incontrava esponenti importanti della lotta alla criminalità organizzata. Successivamente ha condiviso la sua esperienza con i compagni della propria scuola e con i professori.  In un secondo tempo ha avuto modo di raccontare la propria vicenda  durante un incontro organizzato presso il Tribunale di Viterbo, al quale hanno preso parte oltre 150 ragazzi suoi coetanei.

Chiara Bordi, nata il 01/09/2000, residente a Tarquinia (Viterbo) –  Nel 2013 perse parte della gamba sinistra in un incidente stradale. Lo scorso anno è stata la prima ragazza a partecipare al concorso di Miss Italia con una protesi , classificandosi al terzo posto. Ciò le ha riservato delle pesanti accuse sui social , ma la giovane ha prontamente risposto che “una ragazza senza un arto può gareggiare al pari di tutte, che la diversità non è vincolante, che la vita non si interrompe mai ed è sempre bella, anche quando sembra che ce l’abbia con te, che da un dramma si rinasce e si cresce più forti di prima. Tutto sta nel saper reagire”.

Oltre ai 29 Attestati d’onore sono state consegnate anche quattro targhe per azioni collettive, sempre basate sui valori di generosità , dedizione verso il bene comune e assistenza ai più bisognosi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui