Il dibattito sulla trasformazione del sistema energetico

Tre progetti geotermici: Castel Giorgio, Acquapendente e Latera. Firmato un protocollo con Confartigianato di Viterbo

483

sagginiQuesta mattina presso la sala conferenze di Confartigianato presenti il presidente di questa Associazione e Diego Righini general manager di Geotermia Italia Spa, è stato firmato un manifesto per stabilire un metodo scientifico, con diposizioni chiare e trasparenti, che regolino la valutazione dei prodotti energetici, ponendo un’attenzione particolare alla tutela delle risorse, al risparmio, al riciclo e all’innovazione.

Il manifesto è di tipo scientifico, per l’approccio corretto a tali tematiche, in accordo ai punti programmatici per l’ambiente resi noti da Greta Thumberg, davanti al Congresso degli Stati Uniti.

Tale documento intende incoraggiare ogni singolo associato e soprattutto, ogni azienda ad impegnarsi con entusiasmo e buonsenso, ed accelerare la trasformazione del sistema energetico, sia per quanto riguarda la produzione e l’utilizzo di energia, e a diffondere un’attenzione più consapevole a tutte le tematiche ambientali.

Diego Righini, amministratore di Geotermia Spa

Il dr. Diego Righini nel suo intervento ha precisato che i progetti che sono in cantiere sono attualmente tre e che avranno prudenzialmente una potenza minima di 5 megawatt. Essi sono dislocati a Castel Giorgio, Acquapendente e Latera. Mentre per il primo progetto si parla di un avvio dei lavori entro pochi mesi, per gli altri due ci sono alcuni ostacoli ancora da superare. Per quello di Acquapendente c’è un ricorso al Tar che nel prossimo novembre vedrà una decisone dei giudici, mentre per Latera è ancora in corso la procedura di autorizzazione. Il dr. Righini si è mostrato molto fiducioso anche se ha ricordato che purtroppo a Viterbo molti progetti sono fermi da decenni, e ha citato alcuni punti dolenti come la Cassia bis, il raddoppio della ferrovia, l’aeroporto e altro.

Con questo protocollo firmato oggi si è compiuto un altro passo avanti. Noi ci auguriamo che questi progetti di Geotermia Italia Spa, portino nuovo lavoro e non intacchino la bellezza e la salubrità dei nostri territori. Il Dott. Righini si dice convinto di questo. Insomma ci giura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here