Treni Viterbo – Civita Castellana – Roma Nord. Turchetti e Caprioli: “In arrivo finanziamento regionale per raddoppiare i collegamenti”

Il decreto prevede, tra le altre cose, di eliminare i passaggi a livello “a raso” e i treni che, trovandosi a transitare sui binari agli stessi orari, devono ricorrere a delle brevi soste per permettere il passaggio degli altri vagoni

886
caprioli
Franco Caprioli, sindaco di Civita Castellana

In mattinata i rappresentanti dei Comuni della provincia di Roma si sono riuniti nella sede della Regione Lazio per discutere sulla normativa per la sicurezza introdotta dal primo luglio dall’ANSF, Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie.

turchetti
Valerio Turchetti

Il decreto prevede, tra le altre cose, di eliminare i passaggi a livello “a raso” e i treni che, trovandosi a transitare sui binari agli stessi orari, devono ricorrere a delle brevi soste per permettere il passaggio degli altri vagoni. Valerio Turchetti, presente alla riunione in rappresentanza di Civita Castellana e raggiunto telefonicamente, ha detto che grazie a dei fondi regionali verrà realizzato un “importante progetto di ampliamento delle ferrovie che collegano Civita Castellana e Roma”. Turchetti ha infatti spiegato che la cosa migliore da fare per garantire il funzionamento dei collegamenti è realizzare binari aggiuntivi, così da evitare gli “incroci” tra i treni, piuttosto che dotare quelli già esistenti – e oltremodo datati – di sistemi elettronici per segnalare la propria presenza sui binari agli altri treni.

Al momento molti dei treni che collegano Civita Castellana alla Capitale sono stati soppressi: per ovviare al problema sono state previste corse mattutine e serali nelle due direzioni. Turchetti ha aggiunto che Civita Castellana sarà presente anche alla riunione riservata ai rappresentanti dei Comuni della provincia di Viterbo indetta per i prossimi giorni. Anche il sindaco di Civita Castellana Franco Caprioli ha voluto rassicurare i pendolari: “Le notizie emerse dalla riunione in Regione sono positive, come amministrazione abbiamo grande fiducia nel progetto di ampliamento delle ferrovie. Una tratta fondamentale come è quella che collega Viterbo e Civita Castellana a Roma non si può e non si deve far morire”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui