Troppa Nebbia per giocare, Catanzaro-Viterbese sospesa

82
Catanzaro Viterbese 10/01/2021
In foto è possibile vedere la nebbia fitta scesa sul "Ceravolo"

Allo stadio “Nicola Ceravolo” a farla da padrone non è stata né la squadra di casa né quella ospite, bensì la nebbia fitta che è calata a partire dalla mezz’ora, la quale ha reso il campo impraticabile. Si era andati al riposo a fine primo tempo sul risultato di 0-0, ma alla ripresa l’arbitro Cudini di Fermo non ha potuto far altro che sospendere la gara, di comune accordo con dirigenti e giocatori di entrambe le squadre. Piccola curiosità: sono passati 15 anni dall’ultima volta che a Catanzaro è stata interrotta una gara per nebbia, più precisamente si trattò di Catanzaro-Verona di Serie B, nel 2006.

FORMAZIONI

Catanzaro (3-4-2-1): Di Gennaro; Riccardi, Fazio, Martinelli; Casoli, Corapi, Verna, Contessa; Carlini; Di Massimo, Evacuo. A disposizione: Iannì, Mittica, Cusumano, Salines, Curiale, Di Piazza, Risolo, Baldassin, Pipicella, Schimmenti, Garufo. Allenatore: Nicola Antonio Calabro.

Viterbese (4-3-3): Daga; Urso, Mbende, Markic, Baschirotto; Palermo, Bensaja, Salandria; Simonelli, Rossi, Bezziccheri. A disposizione: Maraolo, Besea, Bianchi, De Santis, Falbo, Galardi, De Falco, Menghi E., Menghi M., Murilo, Ricci, Sibilia. Allenatore: Roberto Taurino.

CRONACA

A essere pericolosa è subito la Viterbese, al 5′, complice l’incomprensione fra Casoli e Riccardi, con Palermo che prova il sinistro all’incrocio e sfiora un gran goal. La squadra ospite ha interpretato bene la gara, andando a pressare alti i portatori di palla della squadra calabrese. Il pressing dà i suoi frutti e al 18′ arriva la seconda grande occasione per gli ospiti, Verna perde ingenuamente un pallone ed è di nuovo Palermo a creare problemi a Di Gennaro, con un tiro a botta sicura che solo grazie a una deviazione non entra in rete. Al 28′ comincia a calare la nebbia sul Ceravolo, i ritmi si abbassano e non vi sono più occasioni degne di nota. Si va al riposo perciò sullo 0-0 con qualche rimpianto per i leoni gialloblu. Alla ripresa la nebbia ha reso il campo impraticabile. Al 49′ occasione per il Catanzaro, Evacuo lancia Di Massimo, che è abile nel saltare l’uomo e ad involarsi verso la porta in contropiede, ma Daga lo ipnotizza e fallisce la più grande occasione dei padroni di casa. Ecco la decisione, al 7′ Cudini sospende la gara dopo un breve colloquio a bordocampo con giocatori e dirigenti di entrambe le squadre. Infatti la nebbia ha reso impossibile la visibilità da porta a porta, letteralmente un muro bianco.

ANALISI

Dopo lo sprint del Catanzaro nei primissimi minuti del match, per tutto il resto della gara è la Viterbese a farla da padrone, gioca e crea più degli avversari ma non riesce a capitalizzare le grandi occasioni ottenute. I leoni gialloblu infatti pressano alto i portatori di palla della squadra di casa, creando grandi difficoltà alla fase di costruzione avversaria. Purtroppo la nebbia ha interrotto quella che si stava presentando come una grande prestazione dei viterbesi, i quali non riescono però ad andare oltre lo 0-0 a fine primo tempo. Si vocifera che la seconda parte di gara possa essere giocata nelle giornate di domani o dopodomani, ma si tratta comunque di voci non confermate ufficialmente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui