Troppi pendolari, le scuole sono a rischio…anzi no: il sindaco Giuliani prova a “metterci una pezza”

193

Giorni duri per il sindaco di Orte, Angelo Giuliani.

Cittadini in rivolta, assessori che lo “abbandonano” e la data del 28 settembre che si avvicina.

A dar fuoco alle polveri la decisione, presa in tutta fretta e, pare, in completa autonomia, di non aprire le scuole il 14 settembre come da decisioni regionali.

Un provvedimento che ha nell’immediato sollevato un vespaio di polemiche e che ha aperto un nuovo fronte di discussione (in realtà mai completamente sedato) tra i numerosi pendolari che, ogni giorno, si recano alla stazione.

Come emerso, infatti, durante il consiglio comunale di martedì sera, la “colpa” della mancata apertura sarebbe da attribuire proprio ai pendolari che, arrivando in massa, potrebbero scatenare una nuova ondata di contagi.

Dichiarazioni pesanti che di certo non sono passate indifferenti.

Probabilmente proprio per il clamore sollevato, il sindaco Giuliani ha provato a “metterci una pezza”, pubblicando una nuova nota sul sito del Comune, dal titolo “Differimento apertura scuole – Precisazioni”.

“In riferimento alle polemiche scaturite dal contenuto dell’ordinanza n 77 del 11.09.2020, relativa al differimento della riapertura delle scuole al 28 Settembre, è doveroso precisare che le ragioni alla base del rinvio, richiamate nell’ordinanza, emerse ancora di più nel dibattito della seduta del Consiglio Comunale del 15.09.2020, sono da ricercare essenzialmente nelle ragioni di tutela della salute e prevenzione dell’aggravamento dell’emergenza epidemiologica.

I dati attuali raccontano di un innalzamento dei positivi nella Regione Lazio, di un aumento dell’indice RT di contagio, e della crescita di un doveroso stato di allerta presso tutte le strutture e gli Enti interessati.

Purtroppo, tale andamento è confermato dalle notizie che arrivano nel nostro territorio, le quali documentano numeri quasi da media lockdown: 13 persone attualmente in isolamento, e due casi di positività, l’ultimo dei quali ha comportato la temporanea chiusura della struttura polivalente –tra l’altro, come noto, molto vicina all’Istituto Scolastico -per procedere alla sanificazione e alla ricostruzione dei link di positività.

Sulla scorta del quadro attuale, il Sottoscritto ha inteso agire per la maggiore salvaguardia possibile della salute degli alunni, delle loro famiglie e di tutti i componenti dell’Istituzione Scolastica, con la quale è stata avviata una importante sinergia per concludere, approfittando anche della sosta elettorale, tutti gliinterventi finalizzati a garantire un livello ancora più alto di accoglienza, comodità e comfort degli ambienti scolastici a beneficio della Comunità.

Con la presente, alla luce di quanto sopra, rinnovo ai cittadini l’invito di inizio pandemiaa non abbassare la guardia, in vista della riapertura del 28 Settembre, che avverrà nel rispetto diogni misura di sicurezza e nella massima precauzione possibile.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui