Il corpo senza vita rinvenuto da un ciclista sul versante toscano dell’area in cui si è svolto il raggruppamento clandestino

Trovato cadavere di una donna: potrebbe essere morta al rave di Mezzano

260

Il corpo senza vita di una donna è stato trovato sul versante toscano dell’area di Mezzano, nelle campagne tra San Vincenzo e Campiglia.
La notizia del secondo morto al raggruppamento clandestino andato in scena nei giorni a cavallo di Ferragosto in terra di Tuscia, forse, fantomatico non era. Fonti ufficiali viterbesi non hanno mai confermato la notizia, anzi: l’avevano definita “fantasia” invitando la stampa alla verifica della notizia prima della sua pubblicazione.
E invece, ad una settimana dalla fine del rave, ecco il secondo morto – dopo il 25enne Gianluca Santiago annegato dopo essersi immerso nello specchio d’acqua – tornare alla ribalta.
Secondo quanto si apprende il cadavere della donna, sulla trentina, è stato rinvenuto sulla costa toscana. Ancora non si conosce il nome del corpo ritrovato, anche perché nessuno in Italia ne avrebbe denunciato la scomparsa fino a questo momento: il cadavere, infatti, potrebbe appartenere ad una straniera giunta in Italia proprio per prendere parte al rave abusivo.
A fare la scoperta è stato un ciclista di passaggio, che ha subito avvertito il 112. L’uomo ha notato un telo celeste dal quale fuoriusciva parte di un braccio, a poca distanza dalla strada in mezzo a un campo.

Gli inquirenti non escludono che il decesso della giovane sia giunto in seguito ad un malore, pista non scartata perché sul corpo non ci sarebbero segni evidenti che possano fare pensare a un omicidio; il magistrato di turno ha comunque disposto l’autopsia, ipotizzando il reato di occultamento di cadavere; mentre i carabinieri stanno vagliando le immagini delle telecamere della zona: non si esclude infatti che qualcuno abbia abbandonato volutamente il corpo della ragazza ai bordi della stradina, con il chiaro intento di farlo ritrovare.
Sono quindi due le inchieste – note al momento – scattate in seguito al rave più discusso di tutti i tempi. Il primo fascicolo era stato aperto d’ufficio dalla Procura viterbese per la morte del giovane anglo-emiliano Santiago: si attendono, in questo caso, i risultati dell’esame autoptico per accertare le effettive cause del decesso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui