Truffe online, attenti a whatsapp! Anche la chat verde nel mirino dei “furbetti del web”

Il popolare sistema di messaggistica è diventato il luogo preferito per operazioni illegali. Ecco come scovare l’inganno e difendersi

732
Truffe whatsapp

Truffe whatsappSiete WhatsApp dipendenti? Ebbene dovete sapere che siete continuamente nel mirino di truffatori. L’applicazione di messaggistica conta infatti 1,5 miliardi di utenti, una prateria sconfinata per la malavita online che cerca nuove frontiere di guadagno facile.

Con questo articolo continuiamo il percorso attraverso le truffe online, che stanno diventando sempre più frequenti.

Alzi la mano chi non è stato contattato almeno una volta da falsi operatori che dicono di lavorare per aziende di telecomunicazioni e propongono tariffe e promozioni particolarmente vantaggiose.

Questo amo è tra i più frequenti nel panorama dei raggiri sul web.

L’operatore chiede i dati personali e la copia di un documento di identità da inviare in forma digitale. Spesso ha una gran fretta di concludere il contratto e incalza il cliente dicendo che i tempi dell’offerta sono stringenti.

Una volta ottenuto ciò che si proponevano, come è evidente spariscono e dell’offerta vantaggiosa nessun traccia. Intanto però i vostri dati sono passati di mano. Le conseguenze per l’ingenua vittima possono essere davvero spiacevoli. I dati personali e il documento di riconoscimento, possono essere utilizzati per diverse operazioni illegali la cui responsabilità ricadrebbe sulla persona truffata che oltre a denunciare il fatto dovrebbe, all’occorrenza, anche dimostrare di non avere nulla a che fare con le azioni fuorilegge effettuate a suo nome.

Non cadere in questa trappola non sarebbe così difficile dal momento che, è ovvio, nessuna società telefonica invia comunicazioni di questo tipo. E poi quando le offerte sono troppo vantaggiose, dovrebbe subito sorgere il sospetto, in chi le riceve, che qualcosa non torna.

Un’altra trappola è costituita dall’invio di un messaggio che una volta aperto, scarica un virus sul cellulare ed è in grado, non solo di acchiappare dati come foto e informazioni personali, ma può anche “mangiare” tutto il credito telefonico. Per far cadere gli utenti nel trabocchetto, i truffatori utilizzano i contatti della rubrica, o mittenti che in qualche modo sono simili a persone in rubrica. E’ probabile che anche questi utenti siano caduti nella trappola, hanno cliccato sul link truffaldino lasciando, in tal modo, libero accesso a tutti i nomi in rubrica. Per indurre l’utente ad aprire il link c’è sempre la promessa di prodotti di pregio a prezzi stracciati.

Un altro trucco per entrare in possesso di contatti della rubrica è quello di inviare un messaggio che mette in guardia dalle truffe telefoniche, dicendo che l’allarme è stato diffuso dai Carabinieri, e si invita l’utente a girarlo a tuti i propri contatti.

In questo modo i truffatori ottengono i numeri con estrema facilità senza dovrei acquistare dalle agenzie specializzate nella raccolta dei dati personali.

Truffe whatsappPurtroppo proprio le persone che solitamente, sono molto guardinghe, quando sono sul web abbassano le difese e si lasciano ingannare facilmente. Chi mai crederebbe a uno sconosciuto che vi avvicina per strada dicendo di aver avuto un messaggio di allerta dai Carabinieri e chiedendovi i numeri di telefono dei vostri amici, per diffonderlo? Nessuno, eppure sul web si è meno scaltri nella difesa dalle truffe.

Un altro indizio che state per essere raggirati, è non solo nei prezzi stracciati che vi propongono ma anche nel carattere dei messaggi che vi arrivano. Spesso sono sgrammaticati perché tradotti in più lingue dal traduttore automatico proprio per raggiungere il maggior numero di persone possibile.

Chi pensa di aver ricevuto una comunicazione poco convincente può comunque fare una segnalazione allo staff di WhatsApp, tramite cliccando su “Impostazioni” poi su “Aiuto” e infine su “Contattaci”, sia per i sistemi Android che per iOS.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui