Tuscania, dopo le scene di follia Identità e Territorio scrive a Bartolacci: “Vogliamo più sicurezza”

407

Tuscania, dopo essere stata travolta dalla pandemia, ora si sta rialzando come il resto della provincia. Tuttavia, ad emergenza (quasi) finita, per i cittadini arrivano nuovi problemi di cui preoccuparsi.

Qualche settimana fa vi avevamo mostrato in esclusiva le immagini dell’uomo che, visibilmente fuori controllo, terrorizzava i cittadini gettando dalla propria finestra due bombole piene di gas.

Quello, stando a sentire i cittadini, non è stato l’unico episodio di follia avvenuto nel paese della Tuscia. Per questo Valentina Rinaldi, responsabile di Identità e Territorio, ha deciso di mandare una pec al sindaco Fabio Bartolacci in cui chiede espressamente più sicurezza.

“Egr. sindaco,

Le scrivo a nome di diversi cittadini di Tuscania, che sono preoccupati per la situazione che si sta creando all’interno del nostro comune.

Ci sono stati diversi episodi di disturbo dell’ordine pubblico, di violenza fisica e verbale e di oltraggio al decoro del nostro paese.

Tuscania dovrebbe essere il fiore all’occhiello della Tuscia, abitato da cittadini onesti e liberi, da lavoratori che da anni puntano a far fiorire Tuscania sia dal punto di vista economico, sia turistico e sociale.

In seguito ad episodi, che ci auguriamo siano  isolati, di violenza, primo e più grave fra tutti, quello avvenuto in via IV Novembre, dove è stata messa in pericolo la vita di diversi liberi cittadini, e, fortunatamente, è stata contenuta una situazione assolutamente riprovevole, dove un uomo seminudo, visibilmente alterato a livello psichico, ha dapprima inveito contro i passanti, per poi scagliare loro addosso il mobilio della propria abitazione, fino a lanciare addirittura due bombole del gas, ci troviamo costretti a chiedere a Lei ed all’Amministrazione comunale, tutele per la nostra libera circolazione.

Di uomini del genere ce ne sono diversi e tutti noti e noi siamo stanchi di dover limitare i nostri spostamenti per non incorrere in incontri spiacevoli.

Chiediamo pertanto che Lei si faccia garante della nostra libertà e della nostra incolumità, rafforzando i controlli ed in casi eccezionali, procedendo all’allontanamento definitivo dei personaggi ritenuti pericolosi per la società, impedendogli l’accesso all’interno del territorio di Tuscania.

Vogliamo sentirci liberi di poter uscire dalle nostre abitazioni senza la paura di essere aggrediti, minacciati e derubati.

Tuscania merita un decoro ed i cittadini meritano e pretendono sicurezza.

Confidiamo in un Suo tempestivo intervento per fermare la deriva della situazione del nostro paese, mettendo a disposizione le nostre risorse in favore della risoluzione del problema che sta affliggendo Tuscania.

RingraziandoLa per l’attenzione,

distinti saluti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui