Riceviamo e pubblichiamo

Tuscania, i sindacati contro il primo cittadino Bartolacci: “Negato incontro per riqualificare ex Gescal”

Questa storia comincia il 23 Aprile del 2019, quando l’associazione inquilini e abitanti, As.I.A. USB Viterbo, parla con il sindaco Bartolacci, che era in quel momento quasi alla fine del suo mandato, in riferimento ai problemi del quartiere popolare ex Gescal.

In quell’occasione, speriamo non solo in vista delle elezioni, ha proposto varie soluzioni e progetti:

– la pulizia della rete fognaria.

– il rifacimento di tutto il manto stradale del quartiere.

– l’eliminazione delle barriere architettoniche affinché sia consentita a tutti, residenti e non, la fruibilità del quartiere.

– assegnazione di numeri civici definitivi e ben visibili dalla strada, visti i problemi di ricezione della posta degli ultimi mesi.

– acquisto, a carico del comune, di cassette per la posta per tutti gli inquilini del quartiere.

La conferma come primo cittadino non si è trasformata in una concretizzazione delle promesse fatte. Anzi, in sei mesi, il sindaco Bartolacci non ha mai neanche risposto alle mail inviate dal sindacato.

Arrivati a questo punto, sorge spontaneo chiedersi quali siano le intenzioni del primo cittadino.

Le promesse, fatte prima delle elezioni comunali, erano soltanto parole portate via dal vento nella speranza di essere rieletto, o c’è veramente un interesse a migliorare le condizioni e la qualità di vita dei propri concittadini?

As.I.A. Usb chiede pubblicamente al Comune quali siano le proprie intenzioni.

As.I.A. Usb Viterbo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui