Tuscania, militanti di Casapo*nd intitolano una via ai martiri delle Foibe: “Il sindaco non ci ascolta” (FOTO)

561

In vista del Giorno del Ricordo, la comunità di Cp Viterbo si è ritrovata a Tuscania per onorare i martiri delle Foibe. Poiché Tuscania non ha ancora una via dedicata agli italiani massacrati in Istria e Dalmazia, i militanti hanno deciso di intitolare loro quella che oggi è via Piansano.

“Nella serata di ieri – si legge nel comunicato diffuso dopo l’azione – la nostra comunità si è ritrovata per onorare e ricordare i martiri italiani, torturati, violentati, uccisi ed infoibati dai partigiani titini durante la pulizia etnica messa in atto nei loro confronti al termine del secondo conflitto mondiale”.

“I massacri perpetrati ai danni del popolo istriano, dalmata e giuliano – proseguono j militanti – sono stati troppo a lungo dimenticati. Con la legge n.92 del 30 marzo 2004 veniva finalmente istituito il Giorno del Ricordo, da celebrarsi ogni anno nella data del 10 febbraio. Testualmente, ‘La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale Giorno del ricordo, al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine Orientale’. Negli ultimi 17 anni si sono susseguite iniziative su tutto il territorio italiano per rendere onore ai nostri connazionali resi martiri dai partigiani titini mediante infoibazione e violenze d’ogni genere, la strada è senz’altro ancora lunga ma si può affermare con certezza come risulti raro che un Comune non abbia dedicato una via, una piazza, una strada od un monumento a questi eccidi”..

“A tutt’oggi – spiegano – nella toponomastica ufficiale del Comune di Tuscania non sono presenti una via o una piazza dedicate ai Martiri delle Foibe, malgrado le quattro richieste al riguardo da noi inviate all’amministrazione comunale nell’arco di due anni. E’ per questo che abbiamo proceduto ad apporre simbolicamente la dicitura “Via Martiri delle Foibe” su via Piansano, rinnovando la nostra volontà di eternare la memoria dei nostri martiri uccisi dall’odio titino con la sola colpa di essere italiani, nella speranza che la nostra proposta venga finalmente accolta”.

“Resta inteso – concludono i ragazzi di Casapou*nd – che nei prossimi giorni provvederemo ad inoltrare l’ennesima richiesta ufficiale – la quinta – all’amministrazione comunale. E che sull’argomento nessun passo indietro verrà fatto fin quando anche Tuscania non vanterà un luogo fisico finalizzato a celebrare il Giorno del Ricordo, poichè reputiamo sacro ribadire il nostro diritto-dovere di onorare i martiri italiani squarciando l’assordante silenzio in cui sono avvolti gli episodi avvenuti al confine Orientale dopo l’8 settembre 1943”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui