Questo strumento, promosso dalla Camera di Commercio di Viterbo, servirà alle aziende sia come "vetrina" per le loro eccellenze che per gestire il take away e il delivery

“Tuscia Food”: una piattaforma tutta made in Tuscia a sostegno delle imprese locali

353
Piattaforma "Tuscia Food"

Una piattaforma online tutta “made in Tuscia” a sostegno delle imprese del mondo dell’ospitalità e della ristorazione della zona: ecco “Tuscia Food”, nata dall’iniziativa della Camera di Commercio di Viterbo e pensata per aiutare i comparti che più duramente sono stati colpiti dalla crisi pandemica.

Ieri si è tenuta la presentazione del progetto, alla presenza del Commissario straordinario Domenico Merlani, il segretario generale Francesco Monzillo e la dirigente Federica Ghitarrari.

Domenico Merlani

“Questo anno trascorso è stato molto particolare – ha detto in apertura Merlani – la pandemia che ha colpito il mondo intero e probabilmente molto duramente il nostro Paese ci ha responsabilizzato fin dal suo inizio a mettere in campo delle iniziative che potessero fare in modo che l’ente camerale desse il proprio contributo a sostegno delle imprese che rappresenta”. La prima fase dell’emergenza ha infatti visto impegnata la Camera di Commercio nella distribuzione di voucher e contributi a fondo perduto per le aziende locali, oltre ad aver avviato una campagna di sensibilizzazione sul tema dell’innovazione digitale attraverso webinar ed altre iniziative formative.

“Nel nostro pensiero c’era soprattutto la realizzazione di una piattaforma che potesse essere messa al servizio di tutte queste attività fortemente colpite – ha aggiunto Merlani – una piattaforma web da dedicare al settore dell’ospitalità e della ristorazione, collegandoci un’app che potesse svolgere quel servizio di take away, molto utile in questo periodo per tenere a galla le imprese delle ristorazione, o anche il delivery per le consegne a domicilio. Sono attività ovviamente collaterali, ma che hanno permesso a molte attività di non abbassare completamente le serrande”.

Ed ecco l’idea di Tuscia Food. “Un progetto che possiamo definire con orgoglio ‘made in Tuscia’, sviluppato con il sostegno di un impresa locale” – ha continuato – e rivolto “a tutti i ristoranti, pizzerie, street food, agriturismi, artigiani del cibo, produttori agroalimentari, che potranno utilizzare questa piattaforma sia come vetrina per poter promuovere ed esporre le loro eccellenze e allo stesso tempo utilizzarla per la vendita”.

“Sono anni che spingiamo sulla digitalizzazione del territorio – ha commentato il commissario straordinario – che ovviamente ha un gap da recuperare. Questa sventura della pandemia probabilmente ha un unico aspetto positivo, che è quello che si stanno spingendo tutte le aziende, imprese ed istituzioni verso un utilizzo sempre più frequente degli strumenti digitali”.

Francesco Monzillo

Il segretario generale Monzillo ha parlato nel dettaglio della genesi dell’idea della piattaforma. “Abbiamo verificato sul territorio che le imprese cercavano qualcosa come questo – ha detto – che fosse diverso rispetto alle piattaforme generiche. ‘Tuscia Food’ vuole essere un duplice strumento, da una parte un accessorio per le imprese per poter gestire il delivery e l’asporto, dall’altra anche una vetrina della Tuscia”.

Piattaforma “Tuscia Food”

Di seguito la dirigente Federica Ghitarrari ha illustrato nel dettaglio il funzionamento della piattaforma, a partire dal logo scelto che “evoca subito la passione per il cibo”, come ha spiegato nel corso del suo intervento.

Per essere inseriti su “Tuscia Food” sarà sufficiente risultare iscritti alla Camera di Commercio; la registrazione è totalmente gratuita.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui