Tuscia, sindacato denuncia: meno polizia e aumentano i reati

Venti operativi in meno negli ultimi dieci anni. Intanto i reati aumentano del 2,5% e i rinforzi previsti dal piano di potenziamento non sono sufficienti

238
polizia

Nel viterbese aumentano i reati ma diminuiscono le forze di polizia. Questo è quanto denunciato da Fabio Conestà, segretario generale del Mosap (Movimento Sindacale Autonomo di Polizia).

Le statistiche parlano di un aumento del 2,5% dei reati in tutta la provincia a fronte di un decremento delle forze di polizia impiegate di ben 20 unità negli ultimi dieci anni.

I rinforzi previsti, invece, dal piano di potenziamento ammontano a 12 unità. Cifra irrisoria a fronte delle reali necessità del territorio. Dato notevole è anche la media d’età degli operatori che ammonta a 49 anni, una delle più anziane dopo le sole Cosenza e Udine (50).

La criminalità aumenta e l’incremento degli operativi sembra non bastare ad arginare dei preoccupanti dati statistici che, con gli avvenimenti recenti che hanno colpito la provincia della Tuscia, sembrano trovare una preoccupante conferma.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui