"Mai con Nocchi, mai con il PD e mai con Panunzi": il motto, per Tuscia Tricolore, è servito.

Tuscia Tricolore pronta per le Provinciali! Giampieri: “Divisi dal centrodestra, ma per colpire uniti”

349

Fratelli d’Italia si prepara a lasciare il segno con la sua lista Tuscia Tricolore alle ormai prossime “strane elezioni provinciali”. E’ così che le definisce Massimo Giampieri, conscio del fatto che “i rapporti di forza sono ormai cambiati in maniera sostanziale”.

Il centrodestra, infatti, si presenterà separato, con Fratelli d’Italia da una parte e dall’altra l’alleanza tra Lega, Forza Italia e FondAzione. Eppure, il partito meloniano ha le idee ben chiare in testa, come ha affermato il portavoce provinciale Giampieri: “Andiamo divisi, ma per colpire uniti. I nostri voti si uniranno a quelli del centrodestra”.

Una strategia ben studiata, quindi, per spodestare il centrosinistra e il presidente Nocchi, che nel frattempo ha anticipato la seduta di approvazione del bilancio 2020-2023 al 9 dicembre. “Una data non sospetta”, come ha dichiarato Gianluca Grancini, che proprio stamattina si è recato con gli altri consiglieri del Centrodestra Unito e Civici dal Prefetto per esporre i tanti, troppi dubbi su queste tempistiche.

Risulta fin troppo chiaro, per Fratelli d’Italia, che la Provincia stia sfruttando tutti i suoi mezzi per ottenere più voti possibile dalle elezioni del 15 dicembre. “La Provincia – ha aggiunto Grancini – ha anche annunciato che assumerà 12 persone”, altra comunicazione giunta in extremis da Palazzo Gentili, sulla quale FdI spera in una repentina retromarcia.

“Dei vergognosi e antidemocratici tentativi per blindare Nocchi”, ha sottolineato Giampieri, che non ha mancato di esporre una semplice similitudine: “Un po’ come sta accadendo ora nel Governo, dove non c’è una maggioranza ma si fa di tutto per restare sulla poltrona”.

Tuscia Tricolore, comunque, tira dritta per la sua strada, e punta a uscire vincitrice con tre candidati eletti, così da poter fornire a tutto il centrodestra un supporto valido e importante. “I nostri obiettivi solo gli stessi di tutto il resto del cdx”, ha ribadito il portavoce provinciale, che ha sottolineato gli importanti risultati ottenuti in occasione delle ultime elezioni comunali: “Il centrodestra ha conquistato quasi tutti i Comuni della Tuscia”.

“Mai con Nocchi, mai con il PD e mai con Panunzi”: il motto, per Tuscia Tricolore, è servito.

Ecco i candidati: l’uscente Gianluca Grancini (Viterbo), Cecilia Paolucci (consigliera di Castel Sant’Elia), Leopoldo Liberati (vicesindaco di Tuscania), Alberigo Boccolini (Monterosi), Roberto Camilli (vicesindaco di Soriano nel Cimino), Sandro Leonardi (Montefiascone), Simona Fabi (San Lorenzo nuovo), Claudia Mercuri (Sutri), Alessandro Pontuale (Caprarola), Tatiana De Masi (Monterosi), Pietro Maria Ferri (Civitella d’Agliano), Simonetta Coletta (Civita Castellana).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui