Tutti a Lubriano per un un’appuntamento con l’Arte

208

Lubriano- Grazie alla Biennale di Viterbo Arte Contemporanea, ecco il nuovo appuntamento con le “vele”, quest’anno identificabili più come “le mascherine” che tutti siamo tenuti ad indossare, nella città di Lubriano.

Lubriano è un grazioso borgo arroccato su un’alta rupe tufacea a un’altitudine di 441 metri.

Tutto il lato sud del territorio comunale è affacciato sulla meravigliosa valle dei Calanchi, dove lo scorrere del Fosso di Lubriano segna il confine naturale con il comune di Bagnoregio.

Nella parte al centro- Nord del territorio si distende un altopiano, dolcemente ondulato, ricco di campi coltivati e di folti boschi.

Qui, nelle vie centrali e nella piazzetta con affaccio su Civita di Bagnoregio, si terrà una sezione della 6a edizione Biennale di Viterbo Arte Contemporanea, sul tema R.A.G. – W.A.W. “Ragnatela Ambientale Globale – Worldwide Ambient Web”
Focus “Come sarà la vita – What life will look like”

La mostra diffusa allestita in contemporanea nelle sedi di Oriolo Romano, Celleno Borgo Fantasma e Viterbo – nata nel 2018 da un’idea del direttore artistico Laura Lucibello, di portare fuori dai canonici spazi espositivi opere di grande suggestione e dimensione- vedrà la partecipazione di Artisti internazionali in un
percorso espositivo open air.

Le opere, realizzate su grandi tele di cm 190×140, faranno riflettere su tematiche importanti del nostro tempo e daranno una propria chiave di lettura.

Tutte le opere proposte nelle 4 sezioni di Lubriano, Oriolo Romano, Celleno Borgo Fantasma e Viterbo rimarranno in esposizione fino al 31 ottobre 2020. In chiusura della manifestazione verranno assegnati i PREMI BIENNALE e ACCADEMIE.

Per info : tel. 3335994451 – info@biennalearteviterbo.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui