Il candidato sindaco annuncia l'approvazione di uno studio preliminare per Sant'Angelo

Ubertini: “Riqualificazione frazioni, non chiacchiere ma fatti”

99

“La riqualificazione delle frazioni per noi non è stata una chimera, ma un obiettivo reale e concreto che abbiamo inserito nei documenti di programmazione del Comune e finanziato con specifiche risorse. Ecco perché, con una delibera del commissario prefettizio può essere finalmente approvato il nostro studio preliminare per una sostanziosa riqualificazione di Roccalvecce e Sant’Angelo di Roccalvecce, incarico che con l’assessorato all’urbanistica, il gruppo della Lega ha affidato e finanziato quando era alla guida del comune di Viterbo”.

A dirlo in una nota è il candidato sindaco Claudio Ubertini.

“Sul Paese delle fiabe, grazie alla nostra progettazione, saranno investiti 250 mila euro. E questo non è una favola, ma soldi reali che andranno a finanziare il miglioramento degli spazi e dei servizi pubblici e privati della frazione attraverso la realizzazione di giardini, alberature e siepi, percorsi pedonali panoramici, nuove pavimentazioni, panchine, nuova illuminazione, parcheggi, servizi igienici, fontanelle, sistemazione e rifacimento degli asfalti. Gli interventi da realizzare sono stati decisi con la lungimiranza di gestire una frazione interessata da un intenso e crescente flusso turistico che richiede non solo l’offerta di servizi e di un territorio attrezzato per chi arriva da fuori, ma anche una vivibilità piacevole e qualitativamente elevata per chi vi risiede e si trova, da un giorno all’altro, a condividere degli spazi, prima silenziosi ed esclusivi della gente del posto, con un numero inedito di persone che vengono da fuori, e che se certamente rappresentano una risorsa turistica da valorizzare nel futuro, stravolgono un po’ anche le abitudini di vita di chi vi risiede da anni. Abbiamo progettato questa riqualificazione con una “visione” tesa a far convivere le esigenze, a volte opposte, della popolazione residente e dello sviluppo turistico, in un modello di vivibilità urbana adeguato e di qualità, ma soprattutto, con ciò che ha contraddistinto la nostra azione di governo in questi anni: con i fatti e non con le chiacchiere”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui