Nuovo messaggio del presidente: "Sono l'obiettivo numero uno dei russi. Io resto qui"

Ucraina, Zelensky: “Siamo rimasti soli, il mondo ci guarda da lontano. Le sanzioni sono inutili”

368

“L’Ucraina è rimasta sola, il mondo guarda cosa sta accadendo qui da lontano”. Così il presidente ucraino Vladimir Zelensky in un nuovo discorso, mentre le forze russe sono a poche decine di chilometri da Kiev.

I cittadini in fuga da Kiev

“Le sanzioni non sono riuscite a convincere la Russia a desistere”, ha affermato.

“I gruppi di sabotatori russi sono entrati a Kiev”, con l’obiettivo principale di “distruggere l’Ucraina politicamente, distruggendo il capo dello Stato”. “Secondo le nostre informazioni – ha detto – il nemico ha me come obiettivo numero uno, la mia famiglia come secondo obiettivo”.

Il presidente rimane comunque “nella sede del governo insieme ad altri” e lamenta che il  “Paese è stato lasciato solo di fronte all’armata russa. Chi è pronto a combattere con noi? Io non vedo nessuno”, ha detto. “Chi è pronto a dare all’Ucraina la garanzia di un’adesione alla Nato? Tutti hanno paura”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui