Ultrà Lazio di Farnese: “No al patteggiamento, sì all’abbreviato”

Venerdì a Roma il processo per direttissima. Il difensore Di Silvio: "Sventolava solo una bandiera"

350
tifo lazio coppa

“Abbreviato condizionato, no al patteggiamento”. Così l’avvocato Angelo Di Silvio, difensore del tifoso laziale di Farnese, arrestato a Roma per gli scontri prima della finale di coppa Italia della settimana scorsa. Quindi messo in carcere e poi rimesso in libertà dopo la richiesta del suo avvocato.

Venerdì prossimo, il giovane sarà processato. E il suo difensore non chiederà il patteggiamento: “Hanno sequestrato la bandiera. Stava solo sventolando la bandiera della Lazio, non c’entra con i disordini”, ribadisce Di Silvio. In effetti, non hanno trovato altro gli inquirenti. Almeno non ci sono notizie diverse da questo.
Dopo la convalida del fermo dell’accusato in resistenza aggravata a pubblico ufficiale in concorso, oltre a rimetterlo in libertà, i giudici del collegio avevano accolto la richiesta di termini a difesa dell’avvocato Di Silvio, rinviando al 24 maggio il processo per direttissima, per la scelta di riti alternativi o l’apertura del dibattimento.

Avvocato Angelo Di Silvio
L’avvocato difensore del tifoso, Angelo Di Silvio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui