Al lavoro per la messa in sicurezza e l'efficientamento di edifici e strutture comunali: il racconto del sindaco di Valentano, Stefano Bigiotti

“Un anno intenso e ricco di soddisfazioni, in cui la progettazione ci ha dato ragione”

336
valentano sindaco
Stefano Bigiotti, sindaco di Valentano

Dopo il periodo di lockdown tutte le attività si avviano verso la ripartenza, più o meno rapidamente. Ma c’è anche chi, in questo periodo, ha continuato a impegnarsi e a progettare un futuro migliore per il proprio Comune in vista del ritorno alla normalità, come il sindaco di Valentano Stefano Bigiotti.

Nell’ultimo anno l’amministrazione comunale ha lavorato sulla base di una visione di progettazione molto ampia, che ha coinvolto diverse realtà del paese. Ne abbiamo parlato con il primo cittadino, che ci ha raccontato gli interventi principali realizzati in dodici mesi a Valentano.

“Durante questo periodo abbiamo avviato e concluso i lavori sulla scuola dell’infanzia – spiega Bigiotti – si tratta di interventi finanziati dalla Regione Lazio per circa 160 mila euro e che vedono la riqualificazione energetica, impiantistica e la predisposizione per l’adeguamento relativo a misure di sicurezza scolastica per i bambini, il tutto ha riportato a un restyling molto complesso dell’edificio. Inoltre abbiamo concluso il cantiere e approfittato del lockdown per sostituire i sanitari della scuola, ormai vetusti – prosegue – e proceduto all’ammodernamento dei servizi igienici nell’edificio, altro risultato molto importante”.

Altre novità consistenti arrivano dal fronte sanitario. “E’ stato anche avviato il cantiere riguardante l’abbattimento delle barriere architettoniche negli spazi pubblici pertinenti il poliambulatorio della Asl – aggiunge Bigiotti – l’intervento è stato finanziato con fondi ministeriali, che in accordo con la direzione sanitaria si inseriscono in un quadro più complesso di restaurazione del poliambulatorio.

Ci sarà infatti anche la realizzazione del centro prelievi direttamente gestito dalla Asl, insieme alla risistemazione del giardino adiacente al poliambulatorio e alla realizzazione della rampa e di tutto lo spazio attrezzato prospicente i locali Avis e Asl. Sono lavori di potenziamento che i cittadini aspettavano da tempo e che finalmente porteranno al recupero degli spazi esterni e alla realizzazione del sistema integrato che noi abbiamo chiamato ‘Piccola Cittadella della Salute‘. Per questo – prosegue il sindaco – ringrazio la direttrice della Asl di Viterbo Daniela Donetti, che è stata sempre molto disponibile al dialogo e questo rappresenta un traguardo importante non solo per Valentano, ma per tutto il nord della Tuscia”.

Interventi al tennis club

Valentano sceglie di puntare anche sullo sport, grazie al rifacimento degli impianti sportivi del tennis club. “Abbiamo riorganizzato i rettangoli da gioco per assicurare ai cittadini la possibilità di fare gare per la serie d – spiega Bigiotti – in più è stata rifatta tutta la recinzione e anche le tribune con le poltroncine nei campi”.

“Di recente è stato approvato in Consiglio comunale anche il piano per l’efficientamento della pubblica illuminazione su strada e per gli immobili del Comune, è in lavorazione per il procedimento di affidamento in gara. Si tratta di un importante intervento che prevede una spesa di circa 495 mila euro per l’adeguamento di tutti gli impianti e questo porterà un notevole risparmio in termini economici al paese, oltre a costituire un’opportunità per sensibilizzare la cittadinanza sui temi dell’ambiente e del risparmio energetico“.

L’amministrazione comunale, nell’ottica della sua progettazione, ha provveduto anche a portare avanti interventi sugli edifici scolastici del territorio comunale. “Abbiamo affidato i lavori per il plesso scolastico del Paolo Ruffini – racconta il sindaco – è un intervento con un quadro economico di 600 mila euro che porterà all’adeguamento antisismico del complesso che ospita elementari e medie. I lavori dovrebbero iniziare già nelle prossime settimane, per i primi di luglio. Abbiamo ottenuto una somma dal Ministero della Pubblica Istruzione per il rifacimento dell’intero complesso. Inoltre, è notizia di pochi giorni fa il finanziamento concesso dal Ministero dell’Istruzione per 70 mila euro al Comune di Valentano per l’adeguamento dell’impianto antincendio nelle scuole”.

Ma non finisce qui. L’amministrazione infatti ha anche avviato anche il piano per le emergenze comunali. “Stiamo provvedendo a tutta la cartellonistica per indicare i punti di ritrovo – prosegue Bigiotti – e oltre a questo dobbiamo ricordare anche lo spostamento del mercato vicino alle scuole elementari. Seguirà anche l’informativa porta a porta per i cittadini, non appena questo periodo di distanziamento sociale lo renderà possibile”.

Nell’ultimo anno è partito anche il nuovo appalto per la gestione dei rifiuti. “Lo scorso anno Valentano era stato eletto Comune ‘riciclone’ del Lazio con il 70% di differenziata e in questi giorni si sta avviando il nuovo servizio che prevede una serie di attività migliorative che speriamo ci consentano risultati ancora migliori”.

Negli ultimi dodici mesi il Comune ha anche scelto di investire sulla qualità dell’arredo urbano con la realizzazione di vasature, nuove panchine e nuove fermate per l’autobus.

Nel complesso, per Valentano l’anno appena trascorso è stato certamente molto impegnativo, ma ricco di soddisfazioni. “Questi mesi sono stati fortemente indirizzati a garantire la sicurezza e la massima efficienza dei plessi scolastici – commenta il primo cittadino – in appena due anni dal nostro insediamento possiamo dire di poter garantire l’avvio e la conclusione di lavori per opere importanti che assicurano a tutta la popolazione la possibilità di accedere a edifici più sicuri. Questo era quello che avevamo previsto e siamo riusciti a portarlo a termine.

Abbiamo portato avanti una programmazione serrata con forme di finanziamento per tutti gli interventi a cui la cittadinanza teneva e che erano attesi da tanti anni, e questa programmazione ci ha dato ragione – aggiunge Bigiotti – perché abbiamo ottenuto tutti i finanziamenti che ci eravamo prefissati. In un momento in cui per i piccoli Comuni anche garantire il funzionamento ordinario è complicato, aver pianificato opere per quasi un milione e mezzo di euro in appena due anni è davvero un ottimo risultato, di cui vado orgoglioso”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui