Le due assessore indicano i provvedimenti da attuare in tema di sicurezza

Un centro più sicuro? Allegrini e Mancini: “Aumentare telecamere e intensificare controlli”

149
allegrini mancini
A sx l'assessore Allegrini; a dx l'assessore Mancini

L’aggressione di venerdì a due fidanzati in pieno centro – il giovane è stato accoltellato alla schiena presumibilmente durante un tentativo di rapina – riaccende i riflettori sul tema della sicurezza.

via annio centro storico viterboSicurezza che, in questo particolare momento storico, va declinata sia in termini di ordine pubblico che di misure anti contagio.

Sul primo fronte abbiamo intervistato l’assessore al centro storico Laura Allegrini per capire quali provvedimenti il Comune intende porre in atto al fine di evitare che episodi di violenza tornino a infestare la zona.

Il caso ha voluto che l’assessora Allegrini fosse di ritorno proprio da una riunione in Prefettura del comitato Ordine e sicurezza sulle problematiche del centro.

L’assessore Laura Allegrini

“Questura e forze dell’ordine hanno intensificato i controlli in centro sia in divisa che in borghese. E’ stata chiesta anche una grande collaborazione da parte della polizia locale per operare un controllo sulle attività e sugli eccessi di assembramenti. Accertamenti di tipo amministrativo perché la Municipale non si può sostituire alle forze dell’ordine”.

La Allegrini assicura: “Verificheremo se sono rispettate le norme per quello che attiene gli stati di ubriachezza, gli orari di chiusura delle attività commerciali, le somministrazioni di alcolici al di fuori degli orari previsti e anche l’asporto di alcolici”.

In vista anche il potenziamento del numero delle telecamere “che costituiscono un controllo fondamentale specialmente quando la polizia locale non è al massimo dell’organico”.

A tale proposito i concorsi si concluderanno entro questo mese, già da agosto inizieranno le prime assunzioni e il Comune prevede entro settembre di coprire i posti mancanti.

Per ora non è possibile quantificare il numero delle nuove telecamere da installare “perché è legato al bilancio. Solo dopo l’approvazione del rendiconto saremo in grado di stabilire l’entità delle risorse a disposizione in bilancio”. Bilancio che quest’anno slitta a fine settembre.

Sulle varie segnalazioni giunte in redazione sul mancato rispetto delle restrizioni anti Covid – mascherine e distanziamento sociale – da parte di alcuni locali, a discapito di quelli che invece sono ligi alle regole, interviene l’assessore allo Sviluppo economico Alessia Mancini.

Alessia Mancini, assessore allo sviluppo economico Comune di Viterbo

“E’ una questione di sicurezza pubblica che attiene alle forze dell’ordine. I gestori hanno l’obbligo di far indossare la mascherina all’interno dell’attività ma si può togliere quando si è seduti ai tavolini e la distanza di sicurezza è rispettata. Il problema è la movida, quando la gente è in piedi, raggruppata senza mascherina. Comunque dalla riapertura ad oggi i controlli eseguiti non hanno rilevato alcuna sanzione”.

Per le vie del centro, soprattutto in piazza del Comune, si vedono girare molti minorenni con alcolici in bottiglie di vetro che acquistano indisturbati in alcuni locali e bar.

Un problema serio su cui abbiamo chiesto all’assessora come il Comune pensa di intervenire per contrastare tali irregolarità e tutelare sia la salute dei giovani sia chi lavora in maniera corretta.

“Prima del Covid ho fatto eseguire moltissimi controlli e vennero evidenziate alcune criticità che abbiamo cercato di risolvere. Al momento non ci risultano vendite di alcolici a minorenni. Stiamo monitorando la situazione anche grazie agli stessi esercenti. Ma visto che la problematica si ripresenta – garantisce Alessia Mancini –  ripartirò alla carica e chiederò alle attività, anche attraverso le associazioni di categoria, di porvi particolare attenzione oltre ad attuare una campagna dissuasiva. Prevista, tra l’altro, anche nel protocollo siglato tempo fa tra l’Amministrazione e le attività del centro storico. La vendita di alcolici a minorenni è una cosa intollerabile, e oltre ad essere illegale è dannosa per la salute dei ragazzi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui