Un market sociale di alimenti e relazioni: così Viterbo con Amore aiuta le famiglie

I Care è un emporio dove le famiglie in difficoltà possono andare a fare la spesa gratuitamente.

Aperto a marzo 2018 per iniziativa di una rete di associazioni quali cooperativa sociale AliceNova, consorzio Parsifal, Casa dei Diritti Sociali della Tuscia e Viterbo con Amore, grazie ad un finanziamento di 83mila euro di un bando della regione Lazio, l’emporio solidale I Care vuole essere un aiuto concreto alle persone in difficoltà del territorio della Tuscia.

Abbiamo intervistato Domenico Arruzzolo, presidente dell’Associazione Viterbo con Amore per conoscere meglio il progetto.

“L’idea di un emporio solidale che coinvolga tutto il territorio del comune di Viterbo nasce ormai quattro anni fa – racconta il presidente – E’ stato un processo molto lungo in cui abbiamo sempre creduto nonostante le prime difficoltà di realizzazione. Siamo partiti con un lavoro di rete ed un progetto finanziato dalla Regione, che si è concluso la fine dello scorso anno. Ora l’emporio ha gambe proprie ed è gestito per intero da Viterbo con Amore”.

I Care è un social market, dove le famiglie possono andare a fare la spesa gratuitamente. Servizi sociali, Caritas diocesana, Croce Rossa ed altre realtà possono indicare persone con disagio economico e sociale. Dopo un primo colloquio, se si possiedono i requisiti calcolati in base all’ISEE (l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente deve essere inferiore a 6mila euro) viene consegnata una social card, sulla quale vengono caricati i punti come credito per fare la spesa.

“Accogliamo 82 famiglie residenti nel comune di Viterbo e frazioni vicine, per un totale di 298 persone di cui 96 bambini, ed altre sono in attesa – prosegue – Nell’emporio le persone prendono un carrello e scelgono tra gli scaffali ciò che occorre loro in quel momento, fanno la spesa nel vero senso della parola, non ricevono un pacco preconfezionato. In questo modo recuperano un forte senso di dignità che magari in periodi di disagio purtroppo può venire meno. La relazione con le famiglie è uno dei nostri punti di forza. Cerchiamo sempre di offrire più prodotti possibili, anche grazie l’aiuto delle collette alimentari organizzate da associazioni che fanno parte della rete, ma anche da scuole e cittadini interessati che hanno deciso di aderire”.

I Care è un progetto nato dopo l’ascolto attento alle esigenze delle famiglie condotto negli anni dall’associazione, presente dal 2001, fatto di solidarietà, rispetto, sinergia e eterogeneità. “Grazie alla collaborazione con il Comune abbiamo avuto un aiuto importante per definire lo spazio per organizzare il market sociale. Quanto alla fornitura attualmente possiamo contare su una partecipazione piena del Mulino Profili e di Conad. Nel frattempo stiamo lavorando per cercare di stringere accordi con altre realtà sensibili al tema, per avere ulteriori prodotti che ci consentano di soddisfare anche i bisogni delle famiglie in attesa”.

L’emporio solidale ha festeggiato da poco il suo primo anno di vita e lo ha fatto insieme ai volontari, alle scuole, alle parrocchie, alle associazioni, alle istituzioni e ai tanti cittadini che in questo periodo di attività hanno contribuito a sostenere e far crescere questa importante realtà. “Ancora tanto però abbiamo da fare per realizzare e proseguire quella che a noi piace definire la nostra “bella storia” – conclude con tono appassionato Arruzzolo – perché abbiamo bisogno dell’aiuto da parte di tutti per creare sempre più un sistema di sostegno alla povertà concreto, coordinato ed efficiente”.

Per info su Viterbo con Amore www.viterboconamore.it e l’emporio www.emporiosolidaleviterbo.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui