Dai nostri lettori

Un ricordo di un’eccellenza della Tuscia, nell’arte di fare il gelato: Ugo Zena

1198
ugo zena
“Andiamo a prendere il gelato da Ugo” ancora oggi i bambini viterbesi dicono così. Ugo Zena in realtà non c’è più da 10 anni, ma è sempre come se fosse lì, nella storica gelateria di porta della Verità, dove ha condotto per tanti anni la sua attività con la moglie. Da Ugo si faceva e si fa ancora oggi un viaggio nel gusto, nella tradizione, nei prodotti locali che vengono sapientemente miscelati per ottenere un gelato cremoso dai gusti più originali: dallo schiaffo del Papa a “Ha capito come?”, sapori viterbesi doc ai classici, sempre molto apprezzati. Ricercatezza e genuinità, utilizzando solo ingredienti di prima qualità: così il gelato veniva e viene realizzato, selezionando con attenzione gli ingredienti che vengono poi lavorati con cura per ottenere gusti inconfondibili.
La passione per il gelato, quello davvero buono, Ugo l’ha trasmessa ai figli, Roberto e Paola, e ai nipoti. Oggi la tradizione del buon gelato viene seguita da loro. Per ricordare Ugo, a dieci anni dalla sua morte, dalle ore 16 di oggi, 27 maggio, verrà regalato a tutti, presso L’Antica Latteria dei f.lli Roberto e Paola Zena, in via della Verità, un piccolo maritozzo con la panna, quel dolce speciale che Ugo amava tanto fare e che i viterbesi da sempre apprezzano.
Anna Maria Stefanini

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui