Nell'ambito di "Orange the World" il Soroptmist Club di Viterbo e l'assessore alle politiche sociali Antonella Sberna hanno realizzato un video davanti al Palazzo Papale per denunciare gli abusi che le donne continuano a subire in tutto il mondo

Un vestito arancione per dire basta alla violenza sulle donne

134

Un vestito arancione e il Palazzo Papale di Viterbo illuminato per dire basta alla violenza sulle donne.

Nell’ambito dell’iniziativa “Orange the World” – che si inserisce all’interno della settimana dedicata al contrasto alla violenza di genere – ieri pomeriggio il Soroptimist International di Viterbo, insieme all’assessore alle politiche sociali Antonella Sberna, ha realizzato un video per denunciare gli abusi che, ancora troppo spesso, le donne continuano a subire quotidianamente in tutto il mondo.

L’abito è stato decorato con dei girasoli, a rappresentare la bellezza, la spontaneità e la mobilità, la caratteristica di essere portatori di vita; un centrino lavorato a mano, per esprimere il legame famigliare, la geneaologia femminile, la trasmissione della storia, creatività ed operosità; uno scialle di organza, che testimonia la sensibilità del mondo interiore con la sua trasparenza, la leggerezza e la luminosità del tessuto.

L’abito è stato inoltre circondato con gli elementi provenienti dalla natura: pigne, foglie, bacche, legni e cortecce, per ricordare il profondo legame con la Natura, la terra e i cicli naturali che sono propri della vita e della sua ciclicità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui