Una commemorazione per il quinto anno “a secco” della callara del Bullicame

La mesta cerimonia si svolgerà nella giornata di sabato 28 settembre, dalle 10,30 alle 12,00 presso la callara del Bullicame

291
degrado bullicame
Bullicame ancora abbandonato a se stesso

Riceviamo e pubblichiamo – In occasione del quinto anniversario (2014-2019) del prosciugamento della callara del Bullicame, Giovanni Faperdue e Franco Marinelli, hanno organizzato una commemorazione, in ricordo del triste evento.

La mesta cerimonia si svolgerà nella giornata di sabato 28 settembre, dalle 10,30 alle 12,00 presso la callara del Bullicame. Infatti, era il 25 settembre del 2014, alle cinque del pomeriggio, quando un lavoro di una società viterbese, non autorizzato dal Comune di Viterbo e neanche dalla Regione Lazio, trasformava la sorgente S. Valentino, in un pozzo artesiano, e nello stesso istante prosciugava la storica callara, unica fonte termale citata da Dante nella Divina Commedia. Da quel lontano giorno c’è stata una ordinanza del sindaco (disattesa) e una sentenza del Tar Lazio (inascoltata). Ancora oggi non si vede una soluzione prossima. Si invita tutta la cittadinanza a partecipare alla mesta cerimonia, recandosi al capezzale della callara, tenuta in vita da una flebo di accanimento terapeutico, che proviene dal pozzo S. Valentino. Non fiori, ma insistenze e solleciti su chi deve provvedere a sistemare e a fare sistemare il danno provocato.

Giovanni Faperdue                                                                   Franco Marinelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here