Pneumatici, mobili e recipienti in plastica che giacciono abbandonati da anni, insieme ad altri rifiuti di ogni tipo, a pochi passi dal centro del Comune: il consigliere Jacopo Polidori (Vallerano Tricolore) denuncia il fatto dal 2018, senza riscontro alcuno da chi di dovere

“Una discarica nei pressi del centro storico, dopo anni ancora nessuna risposta”

205
jacopo polidori
Jacopo Polidori

Una discarica sottostante al centro storico e a poche decine di metri dalle abitazioni dei cittadini: è quanto accade nel Comune di Vallerano, una situazione che viene denunciata ormai da anni – senza riscontro – dal consigliere Jacopo Polidori, del gruppo “Vallerano Tricolore”.

Si tratta, nello specifico, di un’area dove si trovano diverse cascine: alcune di esse giacciono abbandonate da anni dai proprietari e sono state trasformate in vere e proprie “pattumiere” giganti, alla mercé di individui che, senza rispetto alcuno, hanno finito per accumularvi nel tempo quantità ingenti di rifiuti di ogni sorta, come mobili, pneumatici e taniche in plastica. Un atto di inciviltà reso possibile anche dalla totale assenza di telecamere nella zona.

“Nel 2018 abbiamo avanzato una richiesta al sindaco per porre alla luce questa situazione, – spiega Polidori – il quale nel luglio dello stesso anno emanò un’ordinanza per contrastare simili fenomeni nei pressi del centro storico e in base a cui tali cascine dovevano essere chiuse, ripulite e le spese addebitate ai proprietari”. Tutto si concluse però con un nulla di fatto. “In seguito, a maggio del 2019, abbiamo protocollato un esposto in Procura dove chiedevamo un intervento ‘contro ignoti’ – aggiunge il consigliere – e di cui non abbiamo saputo niente”.

Poco più di un mese fa, un altro tentativo, con il sopralluogo di Polidori e degli uffici preposti nella zona della discarica. “Adesso stanno lavorando ad ulteriori accertamenti sui proprietari e alle carte per preparare una nuova ordinanza. – dice il consigliere – Ciò che è mancato in questi anni è stato sicuramente un intervento duro e deciso dall’amministrazione per la sistemazione dell’area, che oltre ad essere un incubo per la vista in estate genera anche cattivo odore, a causa dell’accumularsi dei rifiuti nel tempo”.

In attesa di ricevere novità sul caso, il consigliere ha annunciato di essersi già rivolto alla Procura per degli aggiornamenti in merito e che “continueremo a vigilare, ci aspettiamo delle risposte che non sono mai arrivate”.

Le foto della “discarica”:

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui