Ieri a Civita Castellana la presentazione della lista e del candidato sindaco di Rifondazione Comunista, Yuri Cavalieri

“Una lista radicata sul territorio, in difesa dei cittadini e dei beni comuni”

188

Si è svolta ieri nel tardo pomeriggio, in piazza San Clemente a Civita Castellana, la presentazione della lista e del candidato sindaco per Rifondazione Comunista in vista delle prossime elezioni con un’ottima cornice di pubblico.

Alla presentazione della lista hanno partecipato, oltre al Candidato Sindaco Yuri Cavalieri ed i Candidati al Consiglio Comunale, anche Ivano Peduzzi, ex Consigliere Regionale e membro della Segreteria provinciale e Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista, tutto moderato dalla Segretaria del Circolo E.Minio Nicoletta Tedesco.

Dopo aver letto i nomi dei candidati e sottolineato l’importanza di avere una lista autenticamente di sinistra e popolare, radicata sul territorio, con un programma in difesa dei cittadini e dei beni comuni del quale sono stati successivamente illustrati dal Candidato Sindaco Yuri Cavalieri i punti principali, partendo dal riconoscimento dei lavori usuranti per gli operai ceramisti tramite la connessione silice-cancro ai polmoni, la difesa dell’ambiente, con un secco “no” agli attuali progetti di impianti per lo smaltimento dei rifiuti e per un’inasprimento del regolamento comunale sui fitofarmaci, una gestione virtuosa delle società pubbliche con un ritorno alla gestione diretta dell’acqua da parte dei comuni ed uno stop agli aumenti Talete, la volontà di portare a termine urgentemente tanti lavori pubblici di cui necessita Civita Castellana, partendo dall’edilizia scolastica e dalle strutture sportive, e la difesa del sociale e della sanità pubblica con il rilancio dell’ospedale Andosilla.

Per rendere fattibile il programma si punterà poi su un apposito ufficio che si occupi di recepire bandi e fondi esterni e su una serrata lotta all’evasione delle tasse comunali.

Successivamente è stata la volta del Segretario nazionale Maurizio Acerbo, che ha sottolineato l’importanza della presenza delle liste di sinistra nelle elezioni locali, liste i cui eletti sono baluardo in difesa del territorio, dei lavoratori e della democrazia, spiegando la posizione del Partito per il no al referendum per il taglio dei parlamentari, “no” a cui farà seguito una raccolta firme per dimezzare lo stipendio di tutti i deputati, perché gli italiani hanno bisogno di essere rappresentanti meglio e non meno.

LE FOTO:

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui