Una scritta su un muro: “Camilli maiale”… Cavolo che scoop! Ma a noi che ce ne frega?

Se ne sentiva proprio il bisogno di toccare con mano che un deficiente-ingrato aveva vergato quella soave parolina all'indirizzo dell'uomo che per sei anni ha dato soldi, cuore e nervi alla squadra di calcio di Viterbo

640
camilli maiale

Ma sì. Urca… Ho deciso. Co ‘sto freschetto me ne vado a zonzo per la città e non me perdo uno – giuro – di insulti, motti e graffiti immortalati sui muri. Una vera figata… Un gran divertimento… E me li sguardazzo e me li fotografo tutti. Tutti, Santo Dio! “Fesso chi legge”. “Genoveffa troia”. “Arcibaldo ladro”. “Federico rimba”. “Polizia fascista”. “Magna, bevi e fottitene”. “Droga libera”. “Comune merda”. E chi ne ha, più ne metta… Bello, proprio bello! Ho ammazzato la noia dei calienti pomeriggi estivi e me so’ fatto ‘na cultura popolare! E sapete chi devo ringrazia’ per quest’ispirazione che m’ ha tanto vivificato e convertito in un indefesso cercatore di utili e istruttivi “murales”, autentici spunti di riflessione saggia e profonda che ti cambiano la vita aprendoti a nuovi orizzonti?

Porca miseria, devo davvero ringraziare quel redattore del notiziario web semi-monopolista della raccolta pubblicitaria viterbese, che – dopo attenta, faticosa e meritoria ricerca – ha scovato su un murazzo cittadino ‘na scrittaccia imbecille e trucida che suona “Camilli maiale!”. Mamma mia, che scoop… Manco un secondo da perdere e voilà: eccola immantinente sbattuta in Rete co ‘n articolone grosso grosso e pure corredato da ‘n commento-predicozzo di un ex sindaco chiacchierino ormai arruolato a collaboratore fisso della potente testata! Certo, certo… Se ne sentiva proprio il bisogno di toccare con mano che un deficiente-ingrato aveva vergato quella soave parolina all’indirizzo dell’uomo che per sei anni ha dato soldi, cuore e nervi alla squadra di calcio di Viterbo e che ora – con fatica, dopo aver subìto sberleffi e porte in faccia – sta cercando di lasciarla in buone mani, con un futuro degno! Era fon-da-men-tale leggere tutti quel “maiale” gridato sul muro. Una notiziona! Ma sì, facciamoci sopra un convegno… Perché questo è il mio sospetto. Che chi ha avuto la brillante pensata di riportare e pubblicare l’ offesa, covasse l’ intenzione di dilatarla e di offrirla in pasto agli incazzati cronici che veleggiano qua e là. Attenzione! Brutta cosa – volenti o nolenti – suscitare l’ emulazione di triviali e rabbiose pulsioni… SCEME, soprattutto! Da muro, sì… Della vergogna!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here