Una splendida Viterbese batte il Catania 2-0 al Rocchi

La Viterbese Castrense batte 2-0 il Catania grazie alla doppietta di Polidori nella 28° giornata del girone C di Serie C giocata allo stadio Rocchi.

386
Viterbese batte il Catania

Allo stadio Enrico Rocchi la Viterbese Castrense ospita il Catania per la 28° giornata del girone C di Serie C. I gialloblù vengono da due trasferte complicate dal punto di vista dei risultati, nelle quali ha ottenuto soltanto un punto. Prima, infatti, è arrivato il pareggio con la Cavese, poi, nel recupero di mercoledì scorso, la sconfitta a Siracusa. Il Catania di Sottil, invece, si presenta a Viterbo con la vittoria casalinga contro la Paganese ma con delle difficoltà mostrate nelle partite fuori casa nel nuovo anno.

Inizio di partita vivace e con un buon ritmo. Due minuti e la Viterbese si rende subito pericolosa con una bella combinazione al limite dell’area tra Vandeputte e Tsonev, Silvestri commette fallo e prende il cartellino giallo evitando guai peggiori. Ma è solo il preludio al gol, che arriva appena due minuti dopo: De Giorgi trova Vandeputte libero sulla destra e mette al centro, pallone respinto corto da Pisseri e Polidori sulla respinta è reattivo e ribadisce in rete. Vantaggio Viterbese al 4’. Grande approccio alla gara dei padroni di casa, aggressivi su tutti i palloni con la volontà di recuperare subito il possesso del pallone. Il pressing offensivo costante e l’alta intensità dei padroni di casa mette in grande difficoltà il Catania, che non riesce a far girare la palla con precisione. Ancora la Viterbese a farsi vedere in avanti al 18’, Vandeputte serve Tsonev in area che conclude in porta ma trova la respinta di Pisseri in corner.

Nella fase centrale del primo tempo cala l’aggressività dei gialloblù e il Catania cerca di prendere campo con delle azioni manovrate, ma non riesce mai a impensierire la retroguardia viterbese. La partita scorre senza occasioni fino al 36’, quando la Viterbese va ancora vicino al raddoppio: Tsonev trova libero sulla sinistra Mignanelli che mette al centro un cross interessante verso Polidori, il quale di testa manda di poco fuori da pochi passi. A complicare la situazione dei rossoazzurri ci si mette l’infortunio di Esposito, costretto a lasciare il campo a Carriero al 40’. I padroni di casa continuano a spingere sull’acceleratore e trovano il raddoppio proprio allo scadere del primo tempo grazie al calcio di rigore trasformato da Polidori. Mignanelli sfonda ancora a sinistra e mette un’altra palla insidiosa al centro, Vandeputte di prima pesca Polidori che viene atterrato da Aya prima di poter calciare in porta e conquista il penalty. Dal dischetto va lo stesso Polidori che spiazza Pisseri siglando la doppietta personale. Finisce il primo tempo 2-0 per la Viterbese.

Nella ripresa Sottil cerca di scuotere i suoi inserendo un esterno offensivo, Sarno, al posto di Rizzo. Ma continua ad essere la Viterbese l’unica squadra a rendersi pericolosa: calcio d’angolo battuto in mezzo e colpo di testa del solito Polidori che esce di un soffio. La prima occasione della partita degli ospiti arriva soltanto al 56’: Lodi imbuca in area per Sarno che salta il primo uomo ma poi perde il tempo per calciare in porta e viene ribattuto dalla difesa avversaria.

Comincia a farsi sentire la stanchezza a causa dei tanti impegni ravvicinati tra i giocatori di Calabro. Il Catania, allora, si butta in avanti con più convinzione alla ricerca del pari, anche grazie ai cambi super offensivi di Sottil, il quale ha inserito anche Curiale e Brodic al posto di Manneh e Di Piazza. La Viterbese è brava, però, a non farsi mai trovare impreparata in difesa e a gestire i ritmi della gara per non subire troppo la qualità degli attaccanti avversari. Il tempo scorre con Sini e compagni che non solo continuano a non rischiare niente, ma vanno anche vicinissimo al terzo gol: dribbling del neoentrato Bismark e palla rasoterra a rimorchio per Baldassin che apre il piatto e colpisce il palo. Gli ospiti provano a spingere fino alla fine ma non riescono mai a trovare il lampo che possa riaprire la partita. Dopo quattro minuti di recupero la gara termina 2-0 per la Viterbese.

Grande prestazione della squadra di Calabro che torna alla vittoria battendo una delle squadre più forti del girone. Primo tempo ad altissima intensità della Viterbese che grazie alla sua aggressività non ha mai permesso al Catania di sviluppare gioco dal basso. Non è un caso che entrambi le reti siano arrivate nella prima frazione, grazie a uno scatenato Polidori, autore della doppietta che ha deciso il match. Secondo tempo di gestione impeccabile dei gialloblù, mai impensieriti dagli attacchi siciliani e anche vicini al terzo gol in più di un’occasione. I tre punti ottenuti sono importantissimi per il morale ma soprattutto per la classifica. La zona play-off, occupata da Rende e Potenza, ora dista solamente tre punti ma con ancora cinque partite da recuperare rispetto alle contendenti.

 

Formazioni:

Viterbese Castrense: (3-5-2) Valentini; Atanasov, Sini, Rinaldi; De Giorgi (dal 90’ Coda), Baldassin, Damiani ( dal 90’ Palermo), Tsonev (dal 62’ Cenciarelli), Mignanelli; Vandeputte (dal 72’ Bismark), Polidori (dal 73’ Zerbin). A disposizione: Thiam, Cenciarelli, Coda, Bismark, Sparandeo, Palermo, Milillo, Coppola, Zerbin, Pacilli, Artioli, Molinaro. Allenatore: Antonio Calabro.

Catania: (4-3-3) Pisseri; Aya, Silvestri, Esposito (dal 40’ Carriero), Baraye; Biagianti (dal 72’ Angiulli), Rizzo (dal 45’ Sarno), Lodi; Manneh (dal 63’ Curiale), Marotta, Di Piazza (dal 63’ Brodic). A disposizione: Pulidori, Lovric, Angiulli, Sarno, Liguori, Curiale, Brodic, Marchese, Bucolo, Valeau, Carriero. Allenatore: Andrea Sottil.

Viterbese-Catania 2-0

Arbitro: Giacomo Campalone di Pescara.

Reti: 4’ Polidori (V), 45’ (R) Polidori (V)

Ammoniti: 2’ Silvestri (C), 45’ Aya (C), 58’ Vandeputte (V), 61’ Polidori (V), 81’ Mignanelli (V)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui